Un calciatore di lotta e di governo da piazzare nel cuore del centrocampo del Milan. È Tiemouè Bakayoko il mediano che i rossoneri hanno individuato per la prossima sessione di mercato. Non una novità considerata l'esperienza a San Siro di due anni fa scandita anche dalla rete nel derby contro l'Inter e terminata con l'impossibilità allora di soddisfare le richieste del Chelsea (proprietario del cartellino fino al 2022). All'ivoriano non restò altro che fare i bagagli e tornare a Londra, tenendoli però pronti per cambiare ancora una volta destinazione: passò al Monaco, in Ligue 1. Il resto lo hanno fatto la pandemia da coronavirus e la decisione delle autorità francesi di stoppare il campionato in anticipo: l'ultima partita giocata con la squadra del Principato risale al 7 marzo scorso (sconfitta per 2-1 a Nizza)

Il Milan che riparte dall'ottimo finale di stagione vuole Bakayoko e ha avviato i contatti con i Blues – come rilanciato dal Sky Sport nelle ultime notizie di calciomercato -. Quanto costa? Secondo Transfermarkt la valutazione attuale è di 25 milioni di euro ma ne servianno un po' di più per convincere la società londinese a lasciar partire il calciatore ritenuto non un pedina top della rosa a disposizione ma nemmeno un elemento di cui disfarsi senza realizzare un buon introito di cassa. L'ivoriano ha 25 anni e un discreta corte di estimatori nonostante le difficoltà economiche del periodo contingente.

Qual è la base per trattare con il Chelsea? Il Milan ci prova avanzando una prima offerta: prestito oneroso da 3 milioni di euro con diritto di riscatto a favore del club rossonero per 25/30 milioni di euro. Una somma molto alta anche rispetto alla scadenza contrattuale del calciatore che a giugno dell'anno prossimo sarà a un anno dal termine naturale del vincolo con gli inglesi. È questo, però, al momento la strada più battuta per far sì che il calciatore torni a Milano. Vi ha giocato nella stagione 2018/2019 accumulando 42 presenze e 1 assist tra campionato e coppe.