48 CONDIVISIONI

Milan e Newcastle travolti dagli infortuni prima della Champions: 17 giocatori in infermeria

Prima della partita decisiva di Champions Milan e Newcastle devono fare i conti con l’emergenza infortuni: c’è un’intera squadra di titolari ferma ai box.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Sport Fanpage.it
A cura di Ada Cotugno
48 CONDIVISIONI
Immagine

Più che il conto alla rovescia delle ore che separano Milan e Newcastle dalla partita decisiva in Champions League, Stefano Pioli ed Eddie Howe stanno facendo la conta degli infortunati in vista del grande giorno: uno degli impegni più importanti della stagione sarà condizionato da pesanti infortuni da entrambe le parti.

La situazione sarà complicata per tutti, anche perché la posta in palio è altissima. Al St James' Park gli inglesi si presentano praticamente con una squadra intera in infermeria: oltre allo squalificato Tonali mancheranno il portiere Pope (atteso da un lunghissimo periodo di recupero), i difensori Botman, Burn, Manquillo e Targett, i centrocampisti Anderson e Willock oltre agli attaccanti Barnes e Murphy.

Immagine

Assenze pesantissime che già hanno condizionato il cammino del Newcastle in Premier League con la sconfitta per 4-1 subita dal Tottenham nell'ultima uscita di campionato. L'impegno inedito della Champions – una competizione che da quelle parti mancava da oltre vent'anni – ha reso più difficile il lavoro di Howe, anche lui nuovo a questo tipo di altezze.

Ma se in Inghilterra piangono in Italia di certo il Milan non ride. Anche Pioli è in piena emergenza in vista della trasferta europea: Kalulu, Thiaw e Pellegrino stanno affrontando infortuni che li poterà a stare fuori per diverso tempo, Kjaer soffre di diversi acciacchi fisici, Okafor non è al meglio e a completare l'infermeria ci sono anche Caldara e Sportiello.

Immagine

A conti fatti sono 17 i giocatori indisponibili per questa partita, un numero clamoroso che rende bene l'idea delle situazioni complicate che stanno attraversando Milan e Newcastle nell'ultimo periodo. E così la partita decisiva di Champions, quella da dentro o fuori, sarà l'occasione della vita per tante seconde linee, chiamate da Pioli e Howe per una missione non semplice da affrontare.

48 CONDIVISIONI
Brahim Diaz lancia il Real Madrid in Champions: l'ex Milan decisivo a Lipsia nell'andata degli ottavi
Brahim Diaz lancia il Real Madrid in Champions: l'ex Milan decisivo a Lipsia nell'andata degli ottavi
Calzona si presenta prima di Napoli-Barcellona, il discorso ai giocatori: "Non abbiamo più scuse"
Calzona si presenta prima di Napoli-Barcellona, il discorso ai giocatori: "Non abbiamo più scuse"
Guardiola 'assaggia' De Bruyne, lo paragona a uno dei vini italiani più costosi: "Eccezionale"
Guardiola 'assaggia' De Bruyne, lo paragona a uno dei vini italiani più costosi: "Eccezionale"
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni