24 Giugno 2021
15:54

Lukaku infierisce su un difensore della Serie A: “Sostituito all’intervallo…”

Romelu Lukaku giura amore all’Inter e spiega con orgoglio i progressi fatti in Serie A sotto la sapiente guida di Antonio Conte: “In Italia devi usare molto di più il cervello, è qualcosa che dicevano io non sapessi fare. E Conte mi ha mostrato cosa posso fare per la squadra”. Poi qualcuno gli nomina un difensore…
A cura di Paolo Fiorenza

Romelu Lukaku è grande protagonista agli Europei con il suo Belgio, qualificatosi per gli ottavi di finale dove domenica prossima affronterà il Portogallo di Cristiano Ronaldo: a Siviglia si sfideranno il capocannoniere del torneo, CR7 con 7 gol, ed il secondo in graduatoria, ovvero l'attaccante dell'Inter. Sono 3 le reti messe a segno dal belga in altrettante partite, stesso bottino di Lewandowski, Schick, Forsberg e Wijnaldum: tutti ancora in corsa tranne il bomber polacco, tornato prematuramente a casa con la sua Nazionale.

Il 28enne gigante di Anversa ha fatto innamorare i tifosi nerazzurri non solo per i gol a pacchi che hanno fruttato lo Scudetto dell'ultima stagione, ma anche per il suo essere leader genuinamente umano senza alcun atteggiamento da superstar. Il botta e risposta di ieri sul suo profilo Twitter è pieno di passione interista, a partire ovviamente dall'aver ribadito che lui da Milano non si muove, nonostante l'addio di Conte e le voci sempre più insistenti sul ridimensionamento conseguente alle difficoltà economiche di Suning: "Manchester City? Sono felice all'Inter".

Lukaku ha poi spiegato cosa è cambiato nel passaggio dalla Premier League alla Serie A – togliendosi un sassolino dalla scarpa – ed ha ringraziato ancora Conte per avergli insegnato un calcio diverso, che ha fatto di lui un giocatore migliore: "In Italia devi usare molto di più il cervello, è qualcosa che dicevano io non sapessi fare. Non mi è mai piaciuto giocare spalle alla porta. Questo finché Antonio Conte non mi ha fatto vedere cosa potevo fare per la squadra: e anche per me stesso!".

Un tifoso lo ha poi stuzzicato sul fatto che Giangiacomo Magnani fosse riuscito a tenergli testa, riferendosi probabilmente alla gara d'andata tra Verona ed Inter al Bentegodi, mentre Lukaku ha invece risposto ricordando quella di ritorno del 25 aprile scorso, con ottima memoria: "Questo è il motivo per cui è stato sostituito all'intervallo". In effetti Magnani fu sostituito da Juric tra primo e secondo tempo con Gunter.

Il Lukaku leader e uomo squadra torna nella risposta a chi gli chiede se lavora per essere il capocannoniere degli Europei: "Dimenticate le cazzate individuali, lavoro per vincere titoli". E poi ancora l'orgoglio di chi è arrivato in cima partendo dal basso: "Allo United non riuscivo a stoppare un pallone? Non giocherei a questi livelli se non riuscissi a controllare un pallone…".

L'Inter è sempre una macchina da gol, anche se Lukaku non c'è più
L'Inter è sempre una macchina da gol, anche se Lukaku non c'è più
Lukaku è andato al Chelsea ma non dimentica: "L'Inter mi ha tolto dalla m..."
Lukaku è andato al Chelsea ma non dimentica: "L'Inter mi ha tolto dalla m..."
Simone Inzaghi ‘non perdona’ Lukaku: “La sua partenza mi ha spiazzato"
Simone Inzaghi ‘non perdona’ Lukaku: “La sua partenza mi ha spiazzato"
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni