Lionel Messi ha segnato il gol numero 700 della sua carriera in Barcellona-Atletico Madrid. L'ha fatto su calcio di rigore, ma nel suo stile, con un grandissimo colpo di classe: un cucchiaio per battere Oblak, uno dei portieri più forti al mondo. Sono 630 le reti con il Barcellona e 70 quelle con l'Argentina. Ennesimo record della carriera per una delle stelle più brillanti di sempre della storia del calcio

Messi, cucchiaio su rigore in Barcellona-Atletico e 700° gol in carriera

Il look è diverso, ma la genialità è sempre la stessa. Leo Messi brilla anche nella notte di Barcellona-Atletico Madrid. Il numero 10 della formazione catalana, presentatosi al Camp Nou con un nuovo taglio di capelli, ha sfruttato in maniera eccezionale un calcio di rigore concesso in avvio di ripresa alla sua squadra. Cucchiaio a sorpresa da parte della Pulce che ha beffato così Oblak, non l'ultimo arrivato che è rimasto spiazzato dal colpo reso celebre in passato anche da campioni come Panenka, Totti, Pirlo. Non un gol banale, per celebrare l'ennesimo record della sua carriera. Si tratta del 700° gol in carriera di Leo Messi: 630 con la maglia blaugrana e 70 con quella dell'Argentina.

Messi non basta, Barcellona fermato dall'Atletico

Purtroppo il 27° gol stagionale di Messi in 37 partite, il 700° della sua carriera, non ha portato fortuna a Leo Messi. L’argentino infatti non è riuscito  trascinare alla vittoria i blaugrana che sono stati fermati sul 2-2 al Camp Nou dall’Atletico Madrid. Colchoneros capaci di riacciuffare due volte i catalani, in entrambe le occasioni su calcio di rigore con Saul autore di una doppietta. Curioso quanto accaduto in occasione del primo penalty, fallito da Diego Costa, ma fatto ribattere dall’arbitro per la posizione irregolare (con i piedi non sulla linea di porta) di tre Stegen. Ora il Real Madrid impegnato giovedì sera contro il Getafe rischia di volare a più 4 in classifica sul Barcellona