Isabella Internò, ex fidanzata di Denis Bergamini, risulta essere indagata nell'ultima inchiesta sulla morte dell'allora calciatore del Cosenza, avvenuta il 18 novembre del 1989 sulla strada statale 106 Jonica, sulla costa ionica calabrese. L'accusa per la donna oggi 51enne è di concorso in omicidio.

A sei anni dalla terza riapertura dell’inchiesta sulla vicenda la Procura di Castrovillari ha infatti chiuso le indagini preliminari sulla morte di Denis Bergamini. L’indagine, riaperta dall’ex procuratore di Castrovillari Eugenio Facciola, si è chiusa oggi con l'avviso di garanzia notificato dal PM Luca Primicerio a Isabella Internò.  Alla donna, ex fidanzata dell'ex calciatore, sarebbero contestate anche aggravanti come la premeditazione e motivi abietti e futili dato che secondo l'accusa il movente sarebbe dettato dalla decisione presa da Bergamini qualche giorno prima di voler interrompere il loro rapporto sentimentale. 

Isabella Internò ha adesso venti giorni a disposizione per produrre una memoria difensiva o chiedere di essere interrogata. Sono state invece archiviate dall'ufficio del pubblico ministero le posizioni del marito della Internò, Luciano Conte, accusato inizialmente di favoreggiamento, e dell'autista di Rosarno (in provincia di Reggio Calabria) Raffaele Pisano, sospettato precedentemente per concorso in omicidio.