1.240 CONDIVISIONI
10 Luglio 2022
22:55

L’esordio dell’Italia femminile agli Europei è una disfatta: la Francia domina e vince 5-1

Pessima prova delle Azzurre al debutto agli Europei, con la Francia che umilia l’Italia chiudendo il match già nel primo tempo. Ora testa e gambe all’Islanda per il riscatto immediato.
A cura di Alessio Pediglieri
1.240 CONDIVISIONI

L'Italia femminile ha esordito agli Europei subendo una ingloriosa goleada (5-1) dalla Francia che ha stravinto la sfida iniziale, umiliando le azzurre di Milena Bertolini subissate sul piano tecnico, tattico e nel tabellino, in un primo tempo da dimenticare. Poi, a gara oramai compromessa, una ripresa di orgoglio, grinta e determinazione che ha riscattato in parte una prova altrimenti imperdonabile.

Guardando il bicchiere mezzo pieno, bisogna subito dire che peggio di così non potrà andare e, quindi, il peggio dev'essere passato. Una magrissima consolazione per la nostra nazionale che dovrà ripartire proprio da questa abissale sconfitta e da un secondo tempo positivo, senza farsi travolgere dentro al vortice del pessimismo visto che l'avventura continentale è appena all'inizio e il divario con le francesi, evidente e reale, dovrà essere metabolizzato come una lezione da cui imparare, in fretta, per ritornare a respirare.

La gara non ha mai avuto storia: dopo 20 minuti la Francia era già a vanti 2-0, a 40 minuti 4-0, all'intervallo 5-0 con le Azzurre che hanno dato il loro peggio in fase difensiva, senza mai riuscire nei raddoppi e mancando più volte le costruzioni dal basso che si sono trasformate in inesorabili boomerang. È così che, suo malgrado, l'Italia femminile è entrata a far parte della storia degli Europei femminili, visto che prima di domenica sera, nessuna altra Nazionale aveva subito 5 reti in soli 45 minuti, per merito di una Francia che ha deciso di mostrare tutto il proprio valore, confermandosi tra le migliori selezioni femminili d'Europa.

La difficoltà delle Azzurre di costruire l’azione dal basso, soprattutto nel primo tempo.
La difficoltà delle Azzurre di costruire l’azione dal basso, soprattutto nel primo tempo.

Nella ripresa, un po' d'orgoglio e determinazione,  un calo – evidente e capibile – delle avversarie hanno mostrato al pubblico presente e a casa alcune delle qualità – indiscusse – che questa Italia ha nel suo gruppo e che aveva dimenticato nei primi 45 minuti. Con anche un pizzico di giusta cattiveria agonistica, come quella mostrata da capitan Gama quando rischia l'espulsione diretta per non aver tirato indietro la gamba in uno scontro di gioco, poi salvata dall'intervento del VAR.

L’intervento di Sara Gama: il cartellino rosso si è trasformato in giallo grazie al VAR
L’intervento di Sara Gama: il cartellino rosso si è trasformato in giallo grazie al VAR

Tuttavia poco è servito e nulla più è cambiato, al di là del gol della bandiera segnato dalla neo entrata Piemonte, in una gara compromessa da un approccio troppo timido di fronte ad una delle più quotate pretendenti al successo finale. Adesso sarà fondamentale rialzarsi subito e fissare lo sguardo alla sfida contro l'Islanda, del prossimo 14 luglio, per tornare ancora a puntare al secondo posto del Girone D che garantirebbe il passaggio del turno.

La grinta di Martina Piemonte, andata a segno nel finale di partita
La grinta di Martina Piemonte, andata a segno nel finale di partita
1.240 CONDIVISIONI
Lazio umiliata dal Midtjylland in Europa League: crollo dei biancocelesti sconfitti 5-1!
Lazio umiliata dal Midtjylland in Europa League: crollo dei biancocelesti sconfitti 5-1!
L'Italia accarezza il sogno all'Eurobasket: atroce sconfitta ai supplementari con la Francia
L'Italia accarezza il sogno all'Eurobasket: atroce sconfitta ai supplementari con la Francia
Croazia e Ucraina fanno il
Croazia e Ucraina fanno il "biscotto" all'Italia, azzurri quarti nel girone degli Europei di Basket
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni