La Lazio può festeggiare dopo la sconfitta della Roma negli ottavi di finale dell'Europa League, contro il Siviglia, che ha comportato l'eliminazione dei giallorossi dalla coppa. La rivalità cittadina, però, non c'entra. Il risultato maturato in Germania ha infatti certificato la qualificazione ufficiale dei biancocelesti alla prossima Champions League. La partecipazione, infatti, non era ancora certa nonostante il quarto posto finale in campionato per la truppa di Simone Inzaghi, a causa di un cavillo del regolamento legato al cammino del Napoli in Champions League e della Roma in Europa League.

Perché la Lazio si è qualificata per la Champions dopo la sconfitta della Roma in Europa League

Il regolamento delle coppe europee prevede la partecipazione alla Champions League per le vincitrici di Champions ed Europa League, anche nel caso in cui siano rimaste fuori dai posti Champions nel rispettivo campionato. Allo stesso tempo, però, è fissato a quota cinque il numero massimo di squadre partecipanti alla Champions League per una singola nazione. Ecco perché, in questa stagione, si era creata una situazione paradossale: oltre alle prime quattro in classifica, anche Napoli e Roma avrebbero potuto qualificarsi alla prossima Champions League in caso di doppio trionfo europeo. Eventualità che avrebbe automaticamente comportato l'esclusione dalla Champions di una squadra italiana, per riportare a cinque il numero di rappresentanti qualificate. La scelta, in questi casi, ricade sempre sulla quarta classificata. E in questa circostanza sarebbe toccato alla Lazio.

Ecco perché la sconfitta della Roma ad opera del Siviglia, con conseguente eliminazione dall'Europa League, è stata accolta con grande soddisfazione da tutto il mondo laziale. Lo stesso club ha voluto celebrare l'ufficialità della qualificazione alla prossima Champions League attraverso un tweet pubblicato al fischio finale della partita di Duisburg.