635 CONDIVISIONI

Lautaro Martinez riaccende le luci a San Siro per l’Inter: il Monza è steso da una sua doppietta

Lautaro Martinez bagna l’esordio stagionale con una doppietta decisiva al Monza: San Siro fischia Cuadrado, ma il Toro regala sorrisi ai tifosi dell’Inter. Trionfo Viola in casa del Genoa, travolto dalla goleada della Fiorentina.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Sport Fanpage.it
A cura di Ada Cotugno
635 CONDIVISIONI
Immagine

Si riaccendono le luci a San Siro e il mattatore è sempre Lautaro Martinez: il Toro riprende il filo della scorsa stagione con una doppietta decisiva nella vittoria per 2-0 contro il Monza, in una gara piena di grandi ex. La nuova Inter di Simone Inzaghi comincia con il piede giusto e presenta tutti i suoi nuovi acquisti (anche se qualcuno ha fatto storcere il naso ai tifosi)

Senza indugi i nerazzurri rompono subito le linee cercando di spaventare il Monza con una doppia azione portata avanti da Mkhitaryan e Lautaro Martinez che nel giro di pochi minuti scaldano subito l'atmosfera di San Siro. Il Toro è carico per la nuova stagione e al 7′ decide di aprire il risultato sfruttando l'ottimo suggerimento di Dumfries e la dormita difensiva del suo ex compagno di squadra D'Ambrosio.

L'Inter cerca di abbassare i ritmi dopo un addio infuocato, con i brianzoli che invece puntano sul possesso palla e sulle azioni più ragionate. La tattica di Palladino però lascia spazio agli avversari e soprattutto alle imbucate di Dimarco che cerca di creare scompiglio sulla fascia prima dell'intervallo servendo Mkhitaryan, murato da Di Gregorio.

Immagine

La ripresa comincia con un copione più frizzante e qualche grana per Sommer che regala le sue prime parate italiane a Ciurria e Kyriakopoulos in una doppia azione pericolosa. Dal fronte dell'Inter invece è sempre Dimarco che prova a bruciare gli avversari con la sua corsa, alla ricerca di spazi utili nei quali servire il pallone.

L'ingresso di Cuadrado spezza l'atmosfera: il colombiano prende il posto di Dumfries a 20 minuti dalla fine ma viene accolto con i fischi di tutto lo stadio, memore delle tante partite giocate da avversario con la maglia della Juve. Gli servirà di sicuro tempo per adattarsi e conquistare i nuovi tifosi.

Ma intanto a ristabilire l'ordine (e soprattutto la gioia) ci pensa ancora Lautaro Martinez che al 77′ in spaccata timbra il suo secondo sigillo della partita, aiutato da una grande azione personale di Arnautovic che prima di servirgli l'assist si diverte a saltare Marí come un birillo, prima di chiudere la serata in bellezza tra l'abbraccio dei suoi vecchi tifosi.

Le altre gare di giornata: Fiorentina a valanga, vittoria per il Verona

Oltre alla vittoria del Napoli per 3-1 in casa del Frosinone, nel primo pomeriggio di Serie A anche il Verona bagna il suo esordio con un trionfo grazie al gol di Bonazzoli che al 73′ stende l'Empoli a domicilio. A valanga invece la Fiorentina, inarrestabile contro il Genoa: dopo dieci minuti la Viola era già sul 2-0 con i gol di Biraghi e Bonaventura, ai quali si sono aggiunte le firme di Nico Gonzalez e Mandragora. Inutile invece la rete della consolazione di Biraschi che ha fissato il risultato sul 4-1 per i ragazzi di Italiano.

635 CONDIVISIONI
Troppa Inter per la Salernitana, show a San Siro: la capolista vince 4-0 e vola a +10 sulla Juve
Troppa Inter per la Salernitana, show a San Siro: la capolista vince 4-0 e vola a +10 sulla Juve
Chi è Fabio Maresca, l'arbitro di Inter-Juventus: a San Siro il direttore di gara che fa parte dei Vigili del Fuoco
Chi è Fabio Maresca, l'arbitro di Inter-Juventus: a San Siro il direttore di gara che fa parte dei Vigili del Fuoco
Kanye West tifoso dell'Inter a San Siro, la reazione del Milan in un video: è una presa in giro
Kanye West tifoso dell'Inter a San Siro, la reazione del Milan in un video: è una presa in giro
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni