Il Comitato Esecutivo UEFA ha approvato oggi ufficialmente il nuovo format per le sue competizioni per club a partire dalla stagione 2024/25. L'annuncio della nuova struttura per Champions ed Europa League è stata approvata al termine di una giornata contrassegnata da anticipazioni e consultazioni da parte dei membri dell'esecutivo. "Questo nuovo formato supporta lo status e il futuro del calcio nazionale anche in tutta Europa – ha dichiarato il presidente UEFA Aleksander ČeferinConserva il principio che le prestazioni nazionali dovrebbero essere la chiave per la qualificazione e riconferma i principi di solidarietà proprio attraverso il gioco e la concorrenza aperta". 

La Uefa ha pubblicato anche le parole di Aleksander Ceferin che parla soprattutto di un format che dà grande spazio ai meriti sportivi delle squadre maturati sul campo: "Questo formato evoluto manterrà vivo il sogno di qualsiasi squadra in Europa di partecipare alla UEFA Champions League grazie ai risultati ottenuti sul campo – ha sottolineato il numero uno dell'Uefa – Consentirà inoltre vitalità, prosperità e crescita a lungo termine per tutti nel calcio europeo". Una sorta di risposta alle tante polemiche di queste ore sulla nascita della Superlega Europea varata da 12 club.

Il nuovo format di Champions League

La formula, che prenderà il via a partire dalla stagione 2024, prevede un campionato unico a cui parteciperanno 36 squadre, invece di 32 come è sempre avvenuto fino a questo momento. I club saranno divisi in 4 gironi da 9 squadre che si sfideranno in un mini-campionato. Ogni squadra quindi giocherà 10 partite ciascuno, senza gare di andate e ritorno. E le prime 8 accederanno direttamente alla fase successiva. Le prime otto classificate andranno quindi agli ottavi di finale, quelle classificate dal 9° al 24° posto giocheranno invece un play-off per gli ottavi.

Inghilterra, Spagna, Germania e Italia avranno garantiti ogni anno quattro squadre che saranno automaticamente qualificate per la Champions League. Mentre la Francia, che in questo momento è quinta nel ranking Uefa, avrà invece tre posti. Si qualificheranno poi automaticamente anche il vincitore della Champions League e quello dell’Europa League della stagione precedente.

La nuova struttura dell'Europa League

Secondo quanto scrive l'Uefa all'interno del suo comunicato, ci saranno variazioni simili saranno anche per quanto riguarda l'Europa League. In questo caso potrebbero essere 8 le partite nella fase campionato così come nella nuovissima Europa Conference League in cui le gare da giocare nella fase campionato sarebbero invece 6. Dopo eventuali consultazioni e accordi, anche queste due competizioni potrebbero comunque essere allargate a 36 squadre nella prima fase.