La morte di Diego Armando Maradona ha scosso il mondo intero. Da ogni parte del pianeta si rincorrono i messaggi di cordoglio e di stima per ricordare quello che è considerato uno dei due calciatori migliori della storia del calcio. E non solo da grandi campioni dello sport ma anche da tutte le più grandi personalità di ogni settore e ambito della società. Per quanto riguarda il calcio però  tra i più attesi c'era quello del suo "figlioccio" Lionel Messi, l'unico in grado di riportare in auge il mito del numero Dies della nazionale Argentina divenuto leggendario proprio perché indossato dal fenomeno di Villa Fiorito.

Un ultimo saluto non così scontato dato che soltanto qualche giorno fa in Argentina aveva fatto molto clamore i mancati auguri per il 60esimo compleanno di Maradona da parte della Pulce. Ma alla fine l'addio del sei volte Pallone d'Oro Lionel Messi al connazionale di cui è considerato l'erede (eredità che è spesso pesata in maglia albiceleste) è arrivato, qualche minuto più tardi rispetto a quello del suo rivale Cristiano Ronaldo, su Instagram a corredo di una foto che ritrae i due argentini insieme e sorridenti.

"Una giornata molto triste per tutti gli argentini e per il calcio. Ci lascia ma non se ne va, perché Diego è eterno – ha infatti scritto sul proprio profilo Instagram Lionel Messi –. Conservo tutti i bei momenti vissuti con lui e ho voluto cogliere l'occasione – ha infine concluso il talento argentino del Barcellona che ha avuto anche Maradona come CT nella nazionale Argentina durante i Mondiali del Sudafrica 2010 – per inviare le mie condoglianze a tutta la sua famiglia e ai suoi amici. RIP"