Vittoria importante per la Fiorentina di Cesare Prandelli che batte 2-1 il Crotone e si allontana dalla zona calda della classifica. I viola, dopo il pesante 6-0 rimediato a Napoli e l'eliminazione in Coppa Italia per mano dell'Inter, tornano dunque al successo in una gara molto delicata e si portano adesso a +7 dalla zona retrocessione. I calabresi guidati da Giovanni Stroppa invece non riescono dare seguito alla bella affermazione contro il Benevento e restano all'ultimo posto della graduatoria.

A prendere per mano la Fiorentina nel momento più delicato sono gli uomini di maggior talento a disposizione di Cesare Prandelli che già nel primo tempo indirizzano il match a proprio favore. A sbloccare la gara ci ha pensato infatti Jack Bonaventura, alla prima rete in maglia viola: stop di petto e tiro al volo che si infila sotto l'incrocio dei pali per l'1-0 al 20′. Dodici minuti più tardi è invece l'accoppiata Castrovilli – Ribery a confezionare il 2-0 con Vlahovic (al sesto gol nelle ultime otto partite di campionato) che deve solo mettere il pallone in rete a due passi dalla porta difesa da Cordaz.

Nella ripresa la Fiorentina sembra poter chiudere definitivamente la pratica ma una folata del Crotone e la dormita della difesa gigliata regalano a Simy l'occasione per riaprire il match quando mancano 24′ al novantesimo. La Viola nel finale riesce però a tenere lontana dalla propria area di rigore la compagine di Stroppa che negli atti conclusivi del match perde Messias costretto ad uscire a causa di un infortunio. I ragazzi di Prandelli portano così a casa l'importantissimo successo che gli consente di portarsi a sette lunghezze dal Torino che attualmente occupa il terz'ultimo posto e di cancellare definitivamente l'imbarcata di Napoli.