110 CONDIVISIONI
25 Novembre 2021
15:21

Kimmich positivo al Covid e stangato: il Bayern taglia lo stipendio di 1.5 milioni di euro

Il Bayern Monaco ha annunciato, come previsto dalla legge, tagli agli stipendi dei calciatori non vaccinati che, finiti in quarantena, sono indisponibili. Kimmich è uno di quelli che ha aperto il fronte in squadra.
A cura di Maurizio De Santis
110 CONDIVISIONI
Joshua Kimmich, non vaccinato, è positivo al Covid. Il Bayern lo ha sanzionato perché non vaccinato
Joshua Kimmich, non vaccinato, è positivo al Covid. Il Bayern lo ha sanzionato perché non vaccinato

Il Bayern Monaco lo aveva annunciato e lo ha fatto: avrebbe tagliato gli stipendi ai calciatori che, per scelta, hanno deciso di non vaccinarsi contro il Covid qualora si fossero ammalati o semplicemente finiti in isolamento preventivo a scopo precauzionale. Una legge dello Stato tedesco sulla gestione di situazioni del genere da parte delle aziende glielo permette: in buona sostanza il "lavoratore" viene considerato assente ingiustificato e per questo gli vengono effettuate detrazioni sui compensi. Joshua Kimmich, contagiato come Choupo-Moting, è uno dei cinque calciatori del club (tra cui anche Michael Cuisance, Serge Gnabry e Jamal Musiala) che ancora non si sono sottoposti alla profilassi.

La posizione di Kimmich sui vaccini

Il centrocampista bavarese e della Germania è un "no vax" ma la sua è una posizione particolare: non crede che tutto sia una montatura o un grande complotto, non è di quelli che nega la pericolosità del Covid o addirittura arriva a definire fasulli, alterati i numeri sui morti, né si è mai espresso in maniera negativa sull'importanza dei vaccini semmai ha sollevato dubbi sugli effetti collaterali. Lo stesso Kimmich s'è fatto promotore di un'iniziativa apprezzabile: raccogliere fondi per aiutare le persone che hanno perso il lavoro e le famiglie in difficoltà finanziarie proprio a causa della crisi economica provocata dalla pandemia.

Choupo–Moting è uno dei calciatori del Bayern Monaco positivi al Covid
Choupo–Moting è uno dei calciatori del Bayern Monaco positivi al Covid

Perché finora non si è vaccinato?

E allora perché non si vaccina? In un'intervista a Sky Sport chiarì che le sua perplessità sono altre: teme quali possano essere gli effetti a lungo termine legati al siero inoculato ("non mi sento sicuro", disse). Una decisione che ha alimentato il dibattito all'interno della squadra stessa con Thomas Müller – come riportato dalla Bild – che ammise di "sentirsi più tranquillo" sapendo che tutti i compagni sono vaccinati.

Per il Bayern è assente ingiustificato e lo multa

Adesso che Kimmich ha contratto il Covid, però, le cose cambiano: dal campo dell'opinione personale si passa a quello delle sanzioni che deve scontare perché considerato alla stregua di "un assente ingiustificato". Dopo quindici giorni di quarantena (non era positivo ma era entrato in contatto con soggetti infetti) durante i quali gli sono stati sottratti 768 mila euro lordi di stipendio, lo attendono almeno altre due settimane di isolamento al termine delle quali, dopo aver accertato la negatività con tamponi molecolari, potrà essere a disposizione del tecnico. Nel frattempo vedrà un segno meno ulteriore comparire in busta paga: vedrà defalcati altri 768 mila euro dai compensi per un totale, finora, di circa 1.5 milioni di euro (rispetto a un ingaggio di 10 milioni lordi a stagione).

110 CONDIVISIONI
Oltre a Criscito, anche l'allenatore del Genoa Shevchenko è positivo al Covid
Oltre a Criscito, anche l'allenatore del Genoa Shevchenko è positivo al Covid
Buffon positivo al Covid, il portiere del Parma è in isolamento
Buffon positivo al Covid, il portiere del Parma è in isolamento
Focolaio Covid nella Juventus U23, un guaio anche per Allegri: nove i positivi
Focolaio Covid nella Juventus U23, un guaio anche per Allegri: nove i positivi
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni