Il suo nome è stato accostato spesso e volentieri sul mercato alla Juventus. Ivan Rakitic nelle ultime sessioni di trattative è finito nel mirino del club bianconero. Le parole del centrocampista del Barcellona nell'ultima intervista, ai microfoni di Bleacher Report, rischiano di alimentare ulteriori rumours. Il croato infatti ha speso parole di apprezzamento sia per Cristiano Ronaldo, che per Miralem Pjanic.

Ivan Rakitic e il sogno di giocare con Cristiano Ronaldo

Negli ultimi mesi si è parlato spesso e volentieri del futuro di Ivan Rakitic. Le voci relative ad un possibile addio al Barcellona si sono intensificate, con la Juventus tra le possibili pretendenti. L'ex Siviglia in particolare è stato al centro di presunte trattative su uno scambio con Bernardeschi prima ed Emre Can poi, conclusesi con un nulla di fatto. Rispondendo alle domande dei tifosi per Bleacher Report, il classe 1988 ha parlato in particolare di Cristiano Ronaldo e della possibilità un giorno di giocare al suo fianco: "Se mi piacerebbe giocare con Ronaldo? Ovviamente, è uno dei più grandi calciatori della storia, ti diverti davvero a guardarlo e stanno vedendo tutti quello che sta facendo alla Juve". 

Rakitic esalta Pjanic, tra i più sottovalutati al mondo

Stima per Ronaldo, ma non solo. Rakitic ha parlato anche di un altro bianconero, ovvero Miralem Pjanic. Partendo da alcune dichiarazioni di Mourinho, il calciatore del Barça ha esaltato Miralem Pjanic: "Il giocatore più sottovalutato al mondo? Ce ne sono tanti, Mourinho per esempio ha fatto il mio nome. Per me lo è anche Pjanic". E chissà che in futuro i due non si ritrovino fianco a fianco proprio nel centrocampo della Juventus.

Rakitic, Messi e il Barcellona

Archiviato l'argomento Juventus, Rakitic ha anche parlato del Barcellona e in particolare di Messi: "E' incredibile giocare con lui, è speciale, è di sicuro il miglior giocatore degli ultimi 15 anni e per me di sempre. Giocare al suo fianco negli ultimi sei anni è stato fantastico". Il tutto con un occhio anche il mercato, con una battuta sulle voci relative al ritorno di Neymar in Catalogna: "Se tornasse Neymar? Di sicuro mi piacerebbe averlo nella mia squadra, ma deve decidere lui cosa è meglio per sé stesso. E' un mio grande amico e voglio vederlo felice, quando lo è, è uno dei migliori al mondo".