Sandro Piccinini a sorpresa commenta duramente la scelta della Juventus di mandare Pavel Nedved ai microfoni dopo Juventus-Fiorentina, per rispondere alle polemiche innescate dal presidente viola Rocco Commisso a proposito dell'arbitraggio. Il noto telecronista, ex giornalista Mediaset, ha usato parole dure per giudicare la scelta del club bianconero attraverso il proprio account Twitter.

Al di là del merito dei casi di oggi, un consiglio gratis alla Juventus: per fare la morale agli altri sul comportamento da tenere a fine gara non mandi Nedved, spesso protagonista di sceneggiate irrispettose e intimidatorie verso gli arbitri.

La risposta di Nedved a Commisso, che aveva attaccato la Juve

Le parole del telecronista hanno scatenato i social, in tanti si sono scagliati contro di lui e hanno difeso il vicepresidente della Juventus che aveva risposto, ai microfoni di Sky al presidente viola Rocco Commisso. Nedved con puntualità e anche con grande durezza ha detto:

Si sta usando questo discorso contro la Juventus, si dice che la Juve non vince con merito. Siamo stufi di questo. La Juve ottiene risultati facendo tutto il possibile sul campo per vincere. Bisogna smettere di creare alibi e dire che non vinciamo con merito. Dobbiamo prenderci una tazza di tè. Capisco che sei su di giri, ma non si fanno certe dichiarazioni, fanno male al calcio e allontaniamo la gente dagli stadi, da questo sport che è bellissimo.

Le durissime parole di Commisso, dopo Juventus-Fiorentina

La Juve ha battuto 3-0 la Fiorentina, doppietta di Ronaldo e gol di de Ligt. Il portoghese ha realizzato due gol su calcio di rigore, ma se sul primo non ci sono dubbi, netto il mano di Pezzella, sul secondo c'è stata tanta discussione. Il direttore di gara dopo aver rivisto le immagini al VAR ha assegnato il penalty, quella decisione ha fatto sbottare Commisso che dopo la partita ha detto di essere disgustato:

Sono qui da sei mesi e non ho mai parlato di arbitri, ma non possono decidere le partite. Sono disgustato. Ci hanno dato due rigori contro, forse il primo c’era ma il secondo sicuramente no. Gli arbitri devono lasciare tranquilli i ragazzi. La Juventus con 350 milioni di monte ingaggi non ha bisogno dell’aiuto dell’arbitro. Dobbiamo aiutare il calcio nei modi giusti, sono arrabbiatissimo per quello che ho visto oggi. Lasciate vincere la Juventus in campo, senza aiuti degli arbitri.