La bella notizia è che Josip Ilicic torna ad allenarsi con l'Atalanta. Lunedì varcherà i cancelli del centro sportivo di Zingonia e ricomincerà laddove tutto era finito per un blackout improvviso. S'era spenta la luce, aveva bisogno di ritrovare ste stesso, motivazioni, serenità. Aveva bisogno di ritemprarsi per tornare il calciatore (e l'uomo) di sempre, letale in campo e pronto a mettersi al servizio della squadra. L'ultima partita giocata in campionato risale a luglio scorso contro la Juventus. In Champions l'ultimo acuto porta le lancette dell'orologio indietro fino alla sfida esaltante con il Valencia.

Qual è la causa del lungo stop di Josip Ilicic

Un lungo stop lo ha tenuto lontano dalla squadra per ragioni che non sono mai state chiarite. Tante le voci su cosa gli è successo, da quelle affettive ad altre strettamente personali fino a ipotizzare una forma di depressione provocata dalla difficoltà a elaborare quanto accaduto a Bergamo durante la fase più acuta e drammatica dell'epidemia di coronavirus.

Quando potrà tornare in campo

Ilicic ha voltato pagina ed è riuscito a lasciare tutto alle spalle. E adesso – come raccontato dalla Gazzetta dello Sport – è pronto tornare in campo. Lo farà un poco alla volta, secondo le indicazioni dello staff medico, attraverso un inserimento graduale e una tabella di lavoro speciale che seguirà per rimettersi in sesto e in condizione. Quando potrà giocare di nuovo? Non c'è fretta, gli verrà lasciato tutto il tempo che sarà necessario prima di tornare in gruppo. Tutto dipenderà da lui, dai progressi che farà e dai segnali che darà. Ecco perché non c'è una data precisa che ne indichi con certezza il ritorno sul rettangolo verde. Al riguardo ci sono solo ipotesi: al massimo nel mese di novembre ma la priorità restano la salute e il benessere psico-fisico del ragazzo di 32 anni. Torna presto, Josip. In campo c'è bisogno anche della tua luce.