Roberto Mancini, positivo al Covid, non si ferma anzi rilancia la sua sfida azzurra convocando contemporaneamente un numero incredibile di giocatori: ben 41 in una sola occasione. Un record assoluto per un ct, ma è una scelta ovviamente figlia dei tempi: il coronavirus non ammette errori e non fa prigionieri, lo stesso tecnico ne sta vivendo in queste ore le conseguenze della positività. Così, per la pausa della Nazionale oramai alle porte la lista si è ampliata a dismisura.

L'Italia è attesa da tre impegni tra loro ravvicinati. C'è la sfida amichevole con l’Estonia mercoledì 11 novembre allo stadio ‘Artemio Franchi’ di Firenze, poi ci sono due impegni di UEFA Nations League, rispettivamente contro Polonia e Bosnia Erzegovina. Il primo è in programma domenica 15 novembre allo ‘Stadio Città del Tricolore’ di Reggio Emilia, il secondo mercoledì 18 allo ‘Stadio Grbavica’ di Sarajevo.

Dunque, è questa la risposta di Roberto Mancini alle critiche che si sono susseguite in questi giorni attorno alle convocazioni delle varie Nazionali che metterebbero in difficoltà i club, spingendo dirigenti a rilasciare dichiarazioni di guerra. Come Marotta che davanti alle evidenti difficoltà di Conte nel gestire un gruppo falcidiato ciclicamente dal Covid e dagli impegni internazionali aveva promesso maggior rigidità nel concedere i propri giocatori. Invece, ecco la lista record: 41 nomi in elenco, d cui tre nerazzurri.

41 convocati e le due opzioni in lista

Una lista in cui il Ct, davanti alle notizie del contagio di molti giocatori oggi out ma che potrebbero rientrare per tempo in vista di uno o di entrambi i match, ha posto anche delle clausole ben precise. Alcuni giocatori, infatti, risponderanno alla convocazione solamente in accordo e nei tempi concordati con le autorità sanitarie competenti. Altri, saranno autorizzati a raggiungere il raduno martedì 10 novembre entro le ore 22.

Della prima fascia fanno parte: Francesco Acerbi, Cristiano Biraghi, Domenico Criscito, Danilo D’Ambrosio, Gianluca Mancini,  Luca Pellegrini, Leonardo Spinazzola,  Nicolò Barella, Gaetano Castrovilli, Bryan Cristante, Roberto Gagliardini, Manuel Locatelli, Lorenzo Pellegrini, Domenico Berardi, Francesco Caputo e Ciro Immobile.

Della seconda: Gianluigi Donnarumma, Alex Meret, Leonardo Bonucci, Alessandro Florenzi, Federico Chiesa, Lorenzo Insigne e Moise Bioty Kean.

Ecco l'elenco dei 41 convocati da Mancini

Portieri: Alessio Cragno (Cagliari), Gianluigi Donnarumma (Milano), Alex Meret (Napoli), Salvatore Sirigu (Torino);
Difensori: Francesco Acerbi (Lazio), Cristiano Biraghi (Fiorentina), Leonardo Bonucci (Juventus), Davide Calabria (Milan), Domenico Criscito (Genoa), Danilo D'Ambrosio (Inter), Giovanni Di Lorenzo ( Napoli), Emerson Palmieri Dos Santos (Chelsea), Alessandro Florenzi (Paris Saint Germain), Gianluca Mancini (Roma), Angelo Obinze Ogbonna (West Ham), Luca Pellegrini (Genova), Alessio Romagnoli (Milano), Leonardo Spinazzola (Roma)
Centrocampisti: Nicolò Barella (Inter), Gaetano Castrovilli (Fiorentina), Bryan Cristante (Roma), Roberto Gagliardini (Inter), Frello Jorge Luiz Jorginho (Chelsea), Manuel Locatelli (Sassuolo), Lorenzo Pellegrini (Roma), Matteo Pessina (Atalanta), Roberto Soriano (Bologna), Sandro Tonali (Milano)
Attaccanti: Andrea Belotti (Torino), Domenico Berardi (Sassuolo), Federico Bernardeschi (Juventus), Francesco Caputo (Sassuolo), Federico Chiesa (Juventus), Stephan El Shaarawy (Shanghai Shenua), Vincenzo Grifo (Friburgo), Ciro Immobile (Lazio), Lorenzo Insigne (Napoli), Moise Bioty Kean (Paris Saint Germain), Kevin Lasagna (Udinese), Riccardo Orsolini (Bologna), Pietro Pellegri (Monaco)