Si sapeva da inizio dell'anno che la panchina della nazionale iraniana avrebbe cambiato padrone. Ma si pensava (e i tifosi italiani lo speravano) che ad essere scelto fosse un allenatore di nostra conoscenza, visto che il nome di Gianni De Biasi era tra i principali candidati a succedere al belga Wilmots. Invece, la federazione iraniana di calcio ha deciso per altre soluzioni e si è rivolta a Dragan Skovic. Sarà proprio il tecnico croato Dragan Skocic a prendere il posto di Marc Wilmots, dopo la rescissione del contratto avvenuta lo scorso dicembre tra l'ex giocatore belga e la nazionale asiatica.

Skocic, scelta interna

Una decisione che si potrebbe definire aziendale: dal 2013 in Iran, Skocic allenava già il Sanat Naft d'Abadan, squadra locale settima nel massimo campionato e quindi conosceva l'ambiente e soprattutto aveva ricevuto la stima federale per il suo operato. Niente soluzioni esterne che sarebbero state più un punto interrogativo che certezze. Il croato adesso avrà il compito di guidare la nazionale iraniana nelle qualificazioni ai Mondiali del 2022, prossimo e principale obiettivo che si disputeranno in Qatar.

I successi della nazionale iraniana

L'Iran è una delle nazionali più quotate in Medio Oriente: ha partecipato a 5 Mondiali e si è qualificata per gli ultimi due giocati in Brasile e Russia (2014 e 2018). Tre invece sono stati i successi conquistati in Coppa d'Asia

De Biasi, dopo l'Albania nulla

Gianni De Biasi era pronto a vestire i panni da ct dopo aver avuto dei contatti a inizio anno con la Federcalcio iraniana. Sembrava tutto fatto: era pronto un contratto di 30 mesi. Poi, il ripensamento e la scelta che è ricaduta su Skocic. Per De Biasi sarebbe stata la seconda esperienza su una panchina di una Nazionale. L'allenatore infatti aveva guidato l'Albania dal 2011 al 2017, portandola a una storica qualificazione agli Europei del 2016.