Matteo Politano ha subito un infortunio alla caviglia nel match di Champions con il Borussia. Il calciatore dell’Inter rischia un lungo stop. Si parla di un problema al legamento della caviglia, già acclarata la distorsione. Politano ha lasciato lo stadio tedesco con le stampelle. Sicuramente non ci sarà sabato prossimo contro il Verona. Per Conte è un’altra tegola, potrà convocare solo tre attaccanti e uno di questi è il 2002 Esposito.

L’infortunio di Politano contro il Borussia

L’ex del Sassuolo è stato mandato in campo da Conte al 73’, ha preso il posto di un evanescente Lukaku, il punteggio era ancora in parità. Politano è stato toccato duramente da Nico Schulz, che ha rischiato il rosso. Il colpo è stato forte, il giocatore sarebbe dovuto uscire, ma i cambi erano finiti e così l’attaccante è rimasto in campo. Con 10 uomini sani e un Politano malconcio l’Inter è andata all’assalto, il 3-3 non è arrivato. Dopo la partita il giocatore ha lasciato il Westfalen Stadion con le stampelle.

Le condizioni di Politano, quanto può fermarsi

Sicura l’assenza del calciatore cresciuto nella Roma per il match con il Verona, l’ultimo di questo mini-ciclo. Gli esami strumentali chiariranno le sue condizioni. Ma se, come pare, oltre alla distorsione della caviglia c’è anche un problema al legamento della caviglia stessa lo stop di Politano sarà almeno di un mese. E per Conte i guai sarebbero davvero grossi perché perderebbe un’alternativa in attacco.

Ridotto all’osso l’attacco dell’Inter

A inizio stagione Conte in rosa aveva solo quattro attaccanti. Alexis Sanchez giocando con la nazionale si è infortunato alla caviglia, si è operato e tornerà a gennaio. Per questo è stato promosso il giovanissimo Esposito, che ora diventerà la terza punta, dietro Lukaku e Lautaro, perché anche Matteo Politano è già entrato nell’elenco degli infortunati.