L'Europa League di Alexis Sanchez probabilmente è già finita. L'attaccante cileno si è infortunato negli ultimi minuti del vittorioso quarto di finale con il Bayer Leverkusen. Gli esami hanno confermato una distrazione muscolare al bicipite femorale della coscia destra. Contro lo Shakhtar, in semifinale lunedì 17 agosto, sicuramente non sarà disponibile, e con ogni probabilmente salterebbe anche l'eventuale finale, in programma venerdì 21 agosto.

Alexis Sanchez infortunato, salterà la semifinale con lo Shakhtar

Si era capito subito che il problema che Sanchez aveva riportato contro il Leverkusen poteva essere rognoso, così è stato. A Duisburg il giocatore è stato visitato prima di effettuare gli esami, che non hanno dato un esito positivo. Niente sfida con lo Shakhtar, difficile se non impossibile recuperare per l'eventuale finale con Manchester United o Siviglia. Questo il comunicato del club nerazzurro: "Alexis Sanchez si è sottoposto questo pomeriggio a Duisburg a esami strumentali dopo un problema riscontrato durante la gara contro il Bayer Leverkusen. Gli accertamenti hanno confermato una distrazione muscolare al bicipite femorale della coscia destra. Le condizioni dell’attaccante cileno verrano rivalutate nei prossimi giorni".

Le soluzioni offensive di Conte per la semifinale di Europa League

Alexis Sanchez sarà rivalutato nel fine settimana, ma la sua assenza con lo Shakhtar è certa. L'eventuale finale, il grande obiettivo stagionale dell'Inter, che da dieci anni non vince un trofeo internazionale, pure la potrebbe saltare. Conte in rosa si ritrova con un attaccante in meno. Una tegola. Contro gli ucraini dal primo minuto toccherà all'implacabile Lukaku e a Lautaro Martinez, che diventerà papà tra qualche mese. In panchina ci sarà il baby Esposito, poco utilizzato negli ultimi mesi. E la prima vera alternativa offensiva sarà rappresentata da Eriksen.