Dopo i sorteggi per Juventus, Napoli e Atalanta, dal quartier generale di Nyon Thomas Helmer (vincitore della Coppa Uefa con il Bayern Monaco nel 1996) ha estratto le palline con i nomi dei possibili avversari in Europa League per l'Inter di Antonio Conte. Attesa dall'ottavo di finale contro il Getafe (5 agosto alle ore 21), la squadra nerazzurra ha tutto sommato ‘pescato' bene perché è capitata dalla parte meno difficile del tabellone. Se riusciranno a saltare l'ostacolo spagnolo, Handanovic e compagni se la dovranno infatti vedere nei quarti con una tra Bayer Leverkusen e Rangers Glasgow: in campo per il ritorno dell'ottavo, dopo il 3-1 per i tedeschi dell'andata.

I punti di forza di Bayer Leverkusen e Rangers

Attualmente quinto in Bundesliga, l'undici allenato da Peter Bosz è reduce dalla sconfitta nella finale di Coppa di Germania contro il Bayern Monaco e ha nel talento e nella freschezza di due giovani come Havertz e Bailey il suo punto di forza. I Rangers di Gerrard, arrivati secondi nell'ultima Premiership scozzese, e in attesa di cominciare il nuovo campionato (il fischio d'inizio sarà il prossimo primo agosto) sono invece da temere per il perfetto mix tra giocatori esperti e giovani talenti e per la vena realizzativa di Defoe e Morelos: attaccanti che hanno lasciato il segno sia in patria che in Europa League.

Evitato il Manchester United

Lo step successivo per l'Inter, nella lunga marcia verso lo stadio RheinEnergieStadion di Colonia, sede della finale del prossimo 21 agosto, vedrebbe invece i nerazzurri sfidare in semifinale una tra Shakhtar Donetsk, Wolfsburg, Basilea o Eintracht Francoforte. Squadre tutto sommato alla portata, se paragonate alla minaccia Manchester United: capitato nell'altra parte del tabellone e dunque abbinato ai ragazzi di Antonio Conte solo ed eventualmente in occasione dell'ultimo atto dell'Europa League.