Fuori per tre settimane, forse anche un mese per un problema al dito. L'Inter dovrà rinunciare al portiere titolare, Samir Handanovic, per un periodo abbastanza lungo e soprattutto in occasione di due partite molto importanti nella corsa scudetto, ai fini della classifica: niente derby con il Milan (in programma domenica prossima), niente sfida contro la Lazio all'Olimpico. Due match cruciali, una sorta di crocevia del campionato che la squadra di Conte affronterà con Daniele Padelli tra i pali, lo stesso sceso in campo alla Dacia Arena contro l'Udinese.

Handanovic infortunato, tra i pali fiducia a Padelli

La prestazione è stata abbastanza rassicurante da convincere la società a non intervenire sul mercato, smentendo le voci di un possibile ingaggio di Emiliano Viviano (attualmente svincolato dopo avr chiuso la propria esperienza allo Sporting). L'ex estremo difensore del Torino (non giocava una gara da titolare da un anno, l'ultima fu in Coppa Italia contro il Benevento (6-2, match del 13 gennaio 2019). In precedenza aveva indossato la maglia numero uno addirittura nel 2017 (5-4 contro il Pordenone, sempre in Coppa Italia).

  • Fuori anche Berni (per squalifica), in panchina il figlio di Stankovic, Filip. Oltre ad Handanovic mancherà un altro portiere: è Tommaso Berni, squalificato per due giornate dopo il turbolento post-partita contro il Cagliari. Una situazione di emergenza che ha spinto il tecnico a convocare per la trasferta in Friuli anche Filip Stankovic, figlio di Dejan.

Nel derby assenti anche Martinez e Bastoni (per squalifica)

Quella di Handanovic non sarà l'unica assenza pesante in vista della gara contro il Milan. All'appello mancheranno Lautaro Martinez (anche lui finito nella "lista dei cattivi" del giudice sportivo per il faccia a faccia con l'arbitro) e quasi sicuramente Bastoni che – già diffidato – ha rimediato un'ammonizione contro l'Udinese e verrà fermato.