Tre vittorie e un pareggio in quattro partite dell'Inter arbitrate da Luca Pairetto. A giudicare dai numeri, dovrebbe essere una designazione gradita per la scaramanzia che fa il paio con la sequenza dei risultati positivi. Invece, ai tifosi nerazzurri non è piaciuta affatto sollevando proteste in previsione della sfida contro il Genoa in programma sabato sera alle 18. E cosa dovrebbe dire il Grifone? Su 8 match diretti i rossoblù hanno rimediato ben 6 sconfitte, 1 pareggio e 1 successo.

Tremendo eppure non basta ancora per ‘tranquillizzare' gli interisti, almeno quelli che non hanno dimenticato cosa è accaduto da Calciopoli a oggi. Dietrologia social? Sì, tracima dalla Rete alimentando il tam tam delle lamentele e del sospetto nel momento in cui la Juventus e la squadra di Sarri sgomitano in vetta per il primato (e lo scudetto).

Sospetti e conflitto d'interessi, protesta social per la designazione

Un fiume in piena che tutto travolge e porta con sé indignazione. "Siamo noi quelli a pensare male ovviamente – racconta su Twitter @ordnasselA_90 -. Quanta è lunga la lista di arbitri che potrebbe dirigere Inter-Genoa? Ce ne sono abbastanza credo. Toh viene scelto Pairetto guarda caso". Perché tanta diffidenza nei confronti del fischietto piemontese che nel 2013 ha debuttato nel massimo campionato? Conflitto d'interessi e scelta inopportuna, dicono dalla Milano nerazzurra. Il motivo? Suo fratello, Alberto, lavora per la Juventus come Event Manager. E il padre, Pierluigi Pairetto, restò coinvolto nello scandalo di Calciopoli. Un nervo scoperto per la maggioranza dei tifosi nerazzurri.

Quando Pairetto "graziò" Gagliardini in Inter-Benevento

In Rete, però, c'è anche qualcuno che ricorda agli interisti come una svista clamorosa di Luca Pairetto abbia aiutato i nerazzurri. Campionato 2017-2018, a San Siro c'è il Benevento e Gagliardini interviene con piede a martello e gamba tesa sullo stinco di Sandro. Rischiò di fargli male davvero ma venne graziato.