15 Settembre 2021
17:03

In campo con i cani per una buona causa, ma la squadra avversaria si rifiuta: “È il derby”

In occasione del derby di Bucarest tra Steaua e Dinamo, il massimo campionato romeno ha dato il via ad una campagna per la sensibilizzazione all’adozione consapevole di cani abbandonati. In base al protocollo, i giocatori devono entrare in campo con in braccio alcuni cuccioli. Peccato che i giocatori della Steaua si siano rifiutati per un motivo davvero particolare.
A cura di Alessio Pediglieri

In Romania è iniziata una campagna molto particolare legata direttamente al massimo campionato e ai club iscritti: le squadre scendono in campo con in braccio alcuni cuccioli di cane, ‘adottabili' da mostrare al pubblico. Fa parte della campagna denominata "Fill the gap in your life" (riempi il vuoto nella tua vita) che ha preso il via ufficialmente lo scorso 12 settembre in occasione del ‘derby eterno' – come amano definirlo in Romania – tra la Steaua e la Dinamo Bucarest. Peccato che i giocatori della Steaua si siano rifiutati di partecipare, senza tenere gli animali in braccio.

I minuti che hanno preceduto l'ultimo derby del campionato romeno, Steaua-Dinamo lo scorso 12 settembre, sono stati molto particolari. Perché la gara è stata la prima in cui è scattata la campagna a favore dell'adozione di cani abbandonati in collaborazione con la Professional Football League, unica iniziativa attualmente in atto nel calcio, a livello nazionale ed europeo; ma anche perché non tutto è andato secondo il protocollo previsto.

In base agli accordi, i giocatori di entrambe le squadre avrebbero dovuto presenziare in mezzo al campo portando in braccio dei cuccioli abbandonati che portavano a loro volta al collo, i propri nomi. Il tutto per sensibilizzare il pubblico dando indicazioni utili alla causa per una adozione consapevole mostrando gli indirizzi dei canili aderenti e i numeri di telefono da contattare.

Purtroppo, se da un lato i giocatori della Dinamo si sono concessi alla circostanza, con alcuni titolari come Deian Sorescu, Cosmin Matei, Cătălin Itu e Deniz Giafer che sono stati ben felici di tenere in braccio i cagnolini, a favore del pubblico e dei fotografi, i calciatori della Steaua hanno declinato l'invito. Il motivo? Diversi media romeni hanno spiegato che il rifiuto non è avvenuto per non voler sostenere la causa, ma perché "è il derby" e gli avversari sono soprannominati "Câinii Roșii", cioè "cani rossi".

Esulta in campo a un gol della squadra avversaria: indagato per aver truccato la partita
Esulta in campo a un gol della squadra avversaria: indagato per aver truccato la partita
L'allenatore festeggia il gol con la sua squadra dopo l'espulsione per lo sgambetto ad un avversario
L'allenatore festeggia il gol con la sua squadra dopo l'espulsione per lo sgambetto ad un avversario
Juric carico al primo derby con la Juventus: "A Torino l'unica squadra è il Toro"
Juric carico al primo derby con la Juventus: "A Torino l'unica squadra è il Toro"
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni