60 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito

Il tentativo disperato di Maignan: vola in Francia per provare a non perdere i Mondiali

Il numero uno del Milan proverà il tutto per tutto facendosi curare dallo staff medico transalpino nel centro federale di Clairefontaine. Obiettivo, strappare una convocazione a Deschamps e partecipare al suo primo Mondiale.
A cura di Alessio Pediglieri
60 CONDIVISIONI
Immagine

L'ultimo infortunio potrebbe costringere Mike Maignan a dire addio agli imminenti Mondiali in Qatar che si disputano tra metà novembre e fine dicembre. Mancano pochissimi giorni alla kermesse iridata e tutte le nazionali partecipanti stanno iniziando a fare la conta per presentare la lista dei convocati alla FIFA. Anche la Francia, campione uscente, che potrebbe presentarsi senza il numero 1 del Milan, di nuovo fermatosi: il polpaccio infortunato in Nazionale, gli dà ancora problemi.

Il primo parere medico dello staff del Milan, confermato da Stefano Pioli, ha sottolineato che Maignan potrà rientrare in campo con i colori rossoneri solamente nel 2023: trattandosi di una ricaduta per il medesimo problema (accusato in Nazionale) che aveva fermato il portiere già per cinque partite tra campionato e Champions league, a Milanello non hanno voluto correre ulteriori rischi, tenendolo ai box fin dopo la pausa. Una scelta caratterizzata dall'attenzione verso uno dei giocatori più importanti della rosa di Pioli, colui che l'anno scorso contribuì direttamente alla scalata tricolore e che si è guadagnato il premio di miglior portiere della Serie A, al suo debutto nel nostro campionato.

Mike Maignan premiato come miglior portiere dell'ultima stagione di Serie A
Mike Maignan premiato come miglior portiere dell'ultima stagione di Serie A

Eppure, questa seconda stagione è iniziata male, con un problema al polpaccio che è stato accusato durante il ritiro con la Francia e ha costretto l'estremo rossonero a rimanere fermo fino allo scorso weekend quando sarebbe dovuto rientrare per la partita di San Siro contro il Monza. Invece, un riacutizzarsi del problema durante gli ultimi allenamenti, lo ha costretto a fermarsi ancora: niente Milan per lui, fino al nuovo anno. Ma con i Mondiali alle porte, Maignan ha deciso di giocarsi il tutto per tutto e – in accordo con lo staff rossonero – è volato in Francia per farsi visionare direttamente dai medici dei Bleus nel centro federale di Clairefontaine.

A Qatar 2022 mancano meno di 30 giorni, dunque sarà una corsa contro il tempo per Maignan perché se in Nazionale si deciderà di tenerlo monitorato fino all'ultimo provando a recuperarlo per il 22 novembre, giorno del debutto della Francia contro l'Australia, allora per lui si aprirebbero le porte della convocazione da parte di Deshamps. Secondo gli ultimi esami strumentali, il recupero è stimato tra le quattro e le sei settimane e se venisse confermato il primo caso, nulla vieterebbe al portiere di essere aggregato per partecipare al suo primo Mondiale.

La Francia spera, il Milan si affiderà a Tatarusanu e a Mirante

Pioli e Tatarusanu: dall'infortunio di Maignan è sceso in campo da titolare in Serie A e in Champions il portiere rumeno
Pioli e Tatarusanu: dall'infortunio di Maignan è sceso in campo da titolare in Serie A e in Champions il portiere rumeno

Se la Francia spera, il Milan ha già archiviato la pratica confermando tra i pali Tatarusanu che ha scalato le gerarchie diventando titolare dallo scorso 1° ottobre, con uno score invidiabile di 5 vittorie su cinque in campionato. Ma in questo finale pre-sosta mondiale, con 7 partite in calendario in soli 22 giorni, lo stesso Pioli ha accennato che non sarebbe tutto così deciso: Mirante, terzo portiere, potrebbe entrare in ballottaggio proprio con l'esperto portiere rumeno. La sensazione che possa accadere è stata espressa dallo stesso tecnico: Mirante non vede il campo dal maggio 2021 (in giallorosso, in semifinale di Europa League contro il Manchester United) ma in lista Champions proprio Maignan è stato sostituito dall'ex Roma. Che adesso insidia anche Tatarusanu.

60 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views