24 Ottobre 2021
9:50

Il primo Clásico senza Messi: i numeri della Pulce nei duelli tra Barcellona e Real Madrid

Il primo Clásico senza Lionel Messi dopo 16 stagioni. Sembrava impossibile ma questo momento è arrivato. Il fuoriclasse argentino ex Barcellona è stato dominatore incontrastato dei duelli contro il Real Madrid degli ultimi 15 anni e sarà la prima volta che le due squadre scenderanno in campo senza i simboli dell’ultima decade di questo match: la Pulce e Cristiano Ronaldo.
A cura di Vito Lamorte

Quello che si giocherà oggi al Camp Nou sarà il primo Clásico senza Lionel Messi per la prima volta dal 19 novembre 2005. Barcellona e Real Madrid si affrontano per la rilanciarsi in classifica ma dopo aver perso Cristiano Ronaldo nel 2018 una delle sfide più attese del pianeta e degli appassionati non vedrà in campo la stella argentina dopo 16 anni alla guida della club blaugrana. La Pulce ora è al PSG ma è stato il dominatore indiscusso della più grande rivalità del calcio spagnolo nell'ultima decade e avrebbe potuto ancora potuto esserlo se non fosse arrivata per la sua partenza inaspettata per la capitale francese a causa della delicata situazione economica che sta attraversando la squadra catalana.

Messi ha lasciato la Liga avendo battuto praticamente tutti i record nel Clasico, in linea con quella che è stata la sua carriera: l'argentino ha giocato 45 volte la super sfida, il che lo rende insieme a Sergio Ramos il calciatore che ha disputato il maggior numero di volte i duelli tra Culé e Merengues, ed entrambi, in maniera assolutamente curiosa, ora si trovano a dividere lo stesso spogliatoio al Paris Saint-Germain.

La Pulce è il capocannoniere di questa sfida con 26 reti, otto in più di Alfredo di Stéfano: sono 18 i gol in 28 partite di Liga, sei partite di Supercoppa spagnola e due in due partite di Champions League. Non ha segnato contro il real solo in Copa del Rey, dove ha incontrato i Blancos otto volte, di cui due finali entrambe perse nel 2011 (0-1) e nel 2014 (1-2). Il sei volte Pallone d'Oro fa parte di una cerchia ristretta di calciatori che hanno segnato più di una tripletta in questi epici scontri insieme a Paulino Alcántara del Barça e ai giocatori del Real Santiago Bernabéu, Jaime Lazcano e Ferenc Puskas. È già nella storia quella realizzata al Santiago Bernabéu il 23 marzo 2014, quando Messi segnò il gol del 3-4 nei minuti di recupero e dopo essersi tolto la maglia l'ha mostrata al pubblico. Leo ha segnato in 17 dei 26 Clasicos giocati e ha realizzato ben cinque doppiette contro la Casa Blanca ma nei suoi ultimi sette incontri contro il Real Madrid non è riuscito a fare gli: la sua ultima rete ai Blancos risale al 6 maggio 2018 (2-2 al Camp Nou, 36° turno di Liga).

L'ex blaugrana è anche il miglior assist-man nella storia di questo match con nove passaggi decisivi per i suoi compagni, tre in più del suo ex compagno di squadra Xavi, ma questa statistica include solo le sfide giocate nel XXI secolo.

C'è solo una classifica che Messi non comanda, ed è quella delle vittorie. Le 19 volte che ha battuto il Real Madrid gli permettono di piazzarsi soltanto in seconda posizione dietro a Paco Gento, che si è ritirato dopo aver festeggiato 21 vittorie nei confronti con il Barcellona. Il bilancio di Messi si completa con 11 pareggi e 15 sconfitte.

Il Camp Nou vivrà il suo Clasico numero 61 degli 87 che si sono giocati in Catalogna: gli altri 26 sono stati ospitati dal campo Les Corts. Leo Messi ne ha disputati 20 nell'impianto della città che lo ha accolto in Spagna: 13 di Liga, tre di Copa del Rey, uno di Champions League e tre di Supercoppa spagnola. Il suo personale bilancio casalingo è di sette vittorie, otto pareggi e quattro sconfitte con 11 gol realizzati, tra cui una tripletta e due doppiette.

Dopo la partenza di Cristiano Ronaldo nel 2018, oggi il Clasico non avrà più nemmeno Leo Messi e il duello ha perso interesse mondiale, e ora le speranze sono tutte riposte in Ansu Fati e Vinícius Jr. Il futuro è già qui per le due superpotenze spagnole e sia il Real Madrid che il Barcellona preferiscono guardare avanti piuttosto che ricordare ciò che è stato, evitando di soffermarsi su un periodo che non si ripeterà più.

"Ronaldo è meglio di Messi": la gaffe del Barcellona e la reazione del Real Madrid
"Ronaldo è meglio di Messi": la gaffe del Barcellona e la reazione del Real Madrid
Il freddo rapporto tra Messi e Sergio Ramos al PSG: "Non possiamo cancellare dieci anni di Clasicos"
Il freddo rapporto tra Messi e Sergio Ramos al PSG: "Non possiamo cancellare dieci anni di Clasicos"
La legge ferrea di Xavi al Barcellona: 10 regole e sanzioni disciplinari senza sconti
La legge ferrea di Xavi al Barcellona: 10 regole e sanzioni disciplinari senza sconti
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni