La Bielorussia non si è mai fermata. La Germania, con la Bundesliga, è stato il primo paese di vertice a ripartire. In questo fine settimana altre tre nazioni europee vedranno la ripresa dei rispettivi campionati. Un passo dopo l'altro, il calcio prova a tornare alla normalità dopo lo stop obbligato dalla pandemia. Nella giornata di oggi, sabato 23 maggio ricominceranno i tornei in Repubblica Ceca, Ungheria e Armenia.

In Repubblica Ceca partenza soft: solo una partita, il recupero tra Teplice e Liberec. Un modo per testare i protocolli studiati per la ripresa in vista della prossima giornata di campionato, in programma con un turno infrasettimanale, durante la quale scenderanno in campo tutte le squadre del campionato.

Situazione simile per l'OTP Bank Liga, il campionato dell'Ungheria. Ripartono le danze con Ferencvaros-Debrecen, uno dei due recuperi da disputare prima di ripartire con il programma delle giornate rimanenti (l'altro si giocherà in settimana tra lo stesso Ferencvaros – primo in classifica – e l'Ujpest). Dal prossimo weekend, poi, tutti in campo per completare il calendario e chiudere la stagione entro fine giugno.

Riparte anche la Premier League in Armenia: tra oggi e domani si giocheranno le ultime gare della regular season, prima delle fasi finali previste dal format del campionato armeno.

La ripresa dei campionati in Europa

Tra l'ultima settimana di maggio e la prima di giugno dovrebbero ripartire numerosi altri campionati in giro per l'Europa: si inizierà con Polonia e Danimarca, poi Serbia, Croazia, Montenegro e Israele. Per il 3 giugno dovrebbe ripartire anche il campionato portoghese. Da quel momento in poi, si attenderà la ripresa di Premier League, Liga e Serie A, gli altri tornei di prima fascia che stanno lavorando a pieno ritmo per tornare in campo il prima possibile.