Il futuro di Harry Kane è un argomento molto caldo oltremanica. Il centravanti nella sua ultima intervista ha aperto ad un possibile addio al Tottenham, infiammando il mercato e facendo drizzare le antenne delle pretendenti, tra cui ci sono anche le due big di Manchester e la Juventus. Ma qual è il prezzo del bomber? Per gli Spurs si parte da una quotazione di 200 milioni di sterline, ovvero quasi 230 milioni di euro.

Harry Kane può lasciare il Tottenham, l'apertura del bomber al mercato

Nonostante l'incertezza legata alla crisi Coronavirus, il mercato continua a tenere banco in Inghilterra. Tabloid scatenati sul possibile addio al Tottenham di Harry Kane che nella sua ultima intervista ha dichiarato: "Sono ambizioso, non posso dire che resterò per sempre". La volontà del classe 1993 è quella di vincere trofei, e per questo potrebbe anche decidere di lasciare gli Spurs per trasferirsi in un club con maggiori possibilità di successo. Le chance di una partenza potrebbero aumentare in caso di mancata qualificazione (sempre ammesso che si riesca a portare a termine la stagione per il Coronavirus) alla Champions League del Tottenham.

Quanto vale sul mercato Harry Kane, il Tottenham pronto a chiedere 230 milioni di euro

Il Tottenham ha ribadito attraverso il suo presidente Daniel Levy di non avere alcuna pressione per la cessione del bomber che ha un contratto lungo, fino al 2024. A tal proposito non c'è la volontà di abbassare le proprie pretese sul prezzo del cartellino di Harry Kane che al momento si aggira sulla cifra super di 226 milioni di euro. D'altronde lo stesso numero uno dei londinesi al momento non pensa al calcio giocato, come riportato dal Daily Mail: "Quando leggo o ascolto storie sui trasferimenti di giocatori quest'estate come se niente fosse, penso che le persone dovrebbero svegliarsi con l'enormità di ciò che sta accadendo intorno a noi". Dunque appuntamento alla prossima estate per capire come si evolverà la questione relativa al futuro di Harry Kane. Quello che è certo che Manchester City, Manchester United, Real Madrid e Juventus restano alla finestra per capire se ci saranno o meno i margini per piazzare un colpo di mercato