Un alieno di nome Erling Braut Haaland. Il ventenne centravanti del Borussia Dortmund ha firmato un poker nelle gara contro l'Herta Berlino, vinta dalla squadra di Lucien Favre per 5-2, e continua a macinare record su record. Il numero 9 del BVB ha segnato 4 gol in 32 minuti all'Olympiastadion di Berlino: una dimostrazione di forza incredibile. Con quelli di stasera sono 23 gol in 22 partite di Bundesliga, 30 reti in 29 partite ufficiali con il club tedesco. Questo terribile 20enne ha più goal (37) delle partite giocate (35) nel 2020. Numeri che fanno spavento. Periodo di adattamento? Giovani da aspettare per l'integrazione nel grande calcio? Erling Haaland smentisce tutto e tutti e a 20 anni è già uno dei migliori attaccanti del mondo.

Alla fine del primo tempo il Borussia Dortmund era sotto per 1-0 in virtù della rete di Matheus Cunha ma nella ripresa si è scatenato il tornado Haaland, che ha ribaltato la situazione con 4 reti in poco più di mezz'ora e con il gol di Raphael Guerreiro ha portato il risultato a favore dei gialloneri con un sontuoso 5-2. A cinque minuto dalla fine l'attaccante norvegese ha lasciato il campo a un altro giovane talento del Borussia: Youussoufa Moukoko a 16 anni e un giorno è diventato il più giovane esordiente in Bundesliga. Un prospetto che il Borussia sta facendo crescere e che sboccerà presto.

Oggi hanno assegnato a Erling Haaland il premio Golden Boy Award come miglior calciatore Under 21 dell'anno in Europa e lui ha deciso di festeggiare segnando un un poker mostruoso. Il giovane attaccante del Borussia Dortmund ha vinto il prestigioso riconoscimento, lasciandosi alle spalle Ansu Fati e Alphonso Davies e diventando il primo Under 21 norvegese ad aggiudicarsi il trofeo. Haaland ritirerà il premio a dicembre, nella consueta cerimonia di premiazione che si svolgerà a Torino.