Archiviato prima del previsto il campionato, il Paris Saint Germain guarda con fiducia al ritorno in campo per la Champions League. A rovinare i piani di Thomas Tuchel è però arrivata la notizia della positività al Coronavirus di tre calciatori e un membro dello staff. Ad annunciarlo è stato lo stesso club campione di Francia, attraverso un comunicato ufficiale pubblicato sul sito e dopo i test sierologici effettuati nelle scorse ore. Dopo il raduno al centro di allenamento di Ooredoo, Icardi e compagni sono stati infatti sottoposti ad alcuni esami fisici e medici: test che hanno evidenziato il contagio di alcuni elementi, dei quali non sono stati ovviamente resi noti i nomi.

Come ha spiegato il Paris Saint-Germain nel suo comunicato, ‘i giocatori e il membro dello staff avevano manifestato sintomi durante il periodo di isolamento, quando non erano in contatto tra loro‘. Il club ha inoltre fatto sapere che i quattro ‘non sono più contagiosi e riprenderanno il loro programma di allenamento. La ripresa delle attività presso il centro di formazione Ooredoo è prevista per questo giovedì in piccoli gruppi di giocatori, come previsto dal protocollo medico e sanitario‘.

La preoccupazione di Leonardo

Nei giorni scorsi è intanto tornato a parlare Leonardo. Il direttore sportivo del PSG si è dichiarato molto preoccupato per il quarto di finale di Champions League: "A livello sportivo i nostri avversari arriveranno alla Champions League avendo giocato molto di più – ha spiegato l'ex dirigente del Milan, in un'intervista al ‘Journal de Dimanche' – Noi dovremmo giocare le due finali di Coppa di Lega e Coppa di Francia, oltre alla Champions, con tre amichevoli nelle gambe? Dovremo affrontare delle sorprese, è ovvio che tutto questo è un grande svantaggio".