La Roma vince 2-1 a Firenze e si tiene agganciata al treno della Champions League. I giallorossi si rialzano dopo la sconfitta casalinga contro il Milan di tre giorni fa e a decidere il match in casa della Fiorentina è un gol nel finale di Amadou Diawara, che rientrava da titolare dopo diversi mesi. I giallorossi si erano portati in vantaggio con Spinazzola ma poco dopo ha infilato la palla nella sua porta e il match sembrava destinato all'equilibrio fino alla rete nel finale del centrocampista guineano. La Viola nella ripresa hanno sfiorato più volte il gol ma è mancata precisione e freddezza.

Al Franchi viola e giallorossi hanno dato vita ad una prima frazione avara di emozioni e con soli due tiri verso le porte di Dragowski e Pau Lopez. Momento emozionante al 13′, quando è stato ricordato Davide Astori nel terzo anniversario della sua scomparsa. Il difensore aveva giocato sia con la Viola che con la Roma.

La gara è cambiata all'inizio della ripresa. Ottimo cross dalla destra di Mancini e bel gol al volo di Spinazzola, che ha tagliato il campo da sinistra e ha calciato senza pensarci due volte sul primo palo. Non esente da colpe Dragowski. Pochi minuti dopo è lo stesso laterale giallorosso, ma nella sua area: su un cross dalla sinistra di Vlahovic l'ex Juventus ha infilato, in maniera del tutto involontaria, il pallone alle spalle di Pau Lopez rimettendo in equilibrio il match. A decidere la gara ci ha pensato uno dei migliori in campo, ovvero Amadou Diawara: il centrocampista giallorosso ha firmato la vittoria con un tocco ravvicinato su cross dalla destra del neo entrato Karsdorp e ha chiuso un triangolo molto ampio con il laterale olandese dopo un lancio di 30 metri.

Il tabellino di Fiorentina-Roma

RETI: 49′ Spinazzola, 60′ Spinazzola (OG), 88′ Diawara.

FIORENTINA (3-5-2): Dragowski; Milenkovic, Pezzella, Quarta; Venuti, Amrabat, Pulgar (79′ Borja Valero), Castrovilli (52′ Kokorin), Igor (42′ Biraghi); Vlahovic, Ribery (79′ Caceres). Allenatore: Prandelli

ROMA (3-4-2-1): Pau Lopez; Mancini, Cristante, Kumbulla (81′ Smalling); Bruno Peres (81′ Karsdorp), Veretout (82′ Pedro), Diawara, Spinazzola; Pellegrini, Mkhitaryan (62′ El Shaarawy); Mayoral. Allenatore: Fonseca.

ARBITRO: Gianpaolo Calvarese.