E' già stato annunciato un larghissimo turn-over in casa Inter per la trasferta bulgara di Europa League. Per il match in programma giovedì sera alle 19 contro il Ludogorets, valido per l'andata dei sedicesimi di finale, Antonio Conte ha già rimescolato le carte delle convocazioni e si appresta a varare un'Inter inedita, ricca di giocatori che fino ad oggi – per diversi motivi – hanno giocato meno. Tra questi, c'è anche Alexis Sanchez che avrà un'occasione d'oro per potersi mettere in mostra senza dover giocarsi (perdendo spesso) il posto con Lautaro Martinez o il giovane Esposito al fianco di Lukaku. Perché il belga non ci sarà e perché Conte ha già detto che il cileno è pronto per giocare dal primo minuto.

In questa stagione, Sanchez ha avuto un rendimento al di sotto delle aspettative: arrivato in estate dal Manchester United in prestito secco fino a fine anno, ha disputato solamente 12 partite tra coppe e campionato, falcidiato dai contrattempi fisici che già in Inghilterra avevano condizionato l'ultima stagione. Gli infortuni e la concorrenza spietata di Lautaro Martinez hanno obbligato il cileno a farsi da parte e, al momento, il riscatto appare inaccettabile per un'Inter che rispedirà l'attaccante a Manchester.

L'occasione giusta per riprendersi l'Inter

Eppure, con Conte non si si sa mai. Il tecnico era stato tra i primi sostenitori dell'arrivo dell'ex Udinese, sognando un duo offensivo con Lukaku, che poi si è rivelato determinante con un altro compagno di movimento in avanti, Lautaro Martienz, il vero ‘crack' stagionale in nerazzurro. Per Sanchez solamente un ruolo da comprimario ma con la possibilità di riscatto. Contro il Ludogorets, in Coppa sarà lui ad affiancare il ‘Toro' di Avellaneda nel compito di chiudere il discorso qualificazione già in Bulgaria e ritornare a pensare al campionato.

I precedenti positivi della coppia Lautaro-Sanchez

I precedenti con la coppia Lautaro-Sanchez sono positivi in casa Inter. In stagione è accaduto due volte e in entrambe le volte, la sensazione è che il ‘dinamico duo' offensivo sia in grado di far male alle difese avversarie. In campionato Sanchez, con al fianco Lautaro, è stato partecipe della buona prestazione contro la Sampdoria, segnando un gol. In Champions League è accaduto contro il Barcellona, al Camp Nou, in quello che è ancor oggi forse il miglior primo tempo stagionale dell'Inter. Dunque, ci sono tutti i presupposti perché contro il Ludogorets, Sanchez possa tornare da protagonista e mettere finalmente in difficoltà Conte per le scelte offensive, con problemi d'abbondanza e non più d'astinenza.