Paulo Dybala è tornato a segnare in Serie A. Non ci riusciva da due mesi (l'ultimo gol il 18 dicembre a Marassi in 2-1 alla Sampdoria), ma l'argentino dopo aver trovato la via del gol, in modo fantastico, ha polemizzato con i tifosi e con un gesto plateale ha fatto capire che lui e la squadra non ne possono più dei fischi dello Stadium.

Dybala gol al Brescia e polemica con i tifosi

Anche contro il Brescia la Juventus non ha brillato, la prima mezz'ora è stata faticosa, poi è arrivato il rosso al francese Ayé e l'incontro si è messo in discesa. Poco dopo Dybala con una punizione meravigliosa ha messo il pallone nell'angolino, nulla da fare per il portiere Alfonso. Dopo aver segnato l'argentino prima di esultare con la sua ‘famosa' maschera ha mandato un chiaro messaggio ai tifosi bianconeri. Con un gesto evidente, fatto con le mani, la ‘Joya' ha detto ai tifosi bianconeri di non fischiare più. La Juve ha dominato in questi ultimi anni, è in corsa in tutte le manifestazioni, ha bisogno dei suoi supporter (e secondo Dybala sicuramente non merita nemmeno quei fischi).

La stagione di Dybala

Non ha segnato in campionato quanto si aspettavano tutti, ma i numeri di Dybala, considerando tutte le competizioni sono eccellenti, tenendo anche presente che in attacco con lui c'è un cannibale come Cristiano Ronaldo, che vuole sempre fare gol (e calcia pure i rigori, e spesso le punizioni). Tra campionato e coppe l'attaccante argentino ha segnato 12 gol e servito 11 assist vincenti in 31 partite. Il bottino è eccellente. In Serie A ha realizzato però solo sei reti, l'ultima proprio questa con il Brescia, in ventidue partite. E ora con questo gol Dybala si augura di continuare a segnare, quest'anno solo in due occasioni Dybala è riuscito a fare gol in due (o più) partite consecutive, la Spal, avversario sabato prossimo, è avvisata.