La stagione è appena cominciata, ma gli argomenti su cui discutere non mancano. A cominciare dalle prime uscite della Juventus, dalla voglia di Napoli e Inter di metterle il bastone tra le ruote e dal percorso netto della Nazionale di Roberto Mancini. Chiamato in causa dall'emittente radiofonica campana Radio Punto Nuovo, Dino Zoff ha così fatto la radiografia delle prime settimane.

"Inter e Napoli hanno il dovere di creare problemi alla Juventus – ha spiegato l'indimenticato capitano dell'Italia campione del mondo in Spagna – La partita a Torino del Napoli non mi è piaciuta, troppo leggera a livello mentale. In genere non tifo, seguo con particolare piacere le squadre in cui ho militato. Alla Fiorentina ho avuto una presenza breve ma proficua perché ci siamo salvati. La sfida del terzo turno di campionato a Firenze? La Juventus può incontrare difficoltà".

L'ottimismo azzurro e la fiducia in Meret

Nel corso del programma ‘Punto Nuovo Sport Show', l'ex portiere si è unito ai complimenti per il cammino verso il prossimo Europeo della nostra Nazionale: "Sono fiducioso per l'Italia di Mancini, ci sono molti giocatori interessanti, sia giovani che più esperti. In Europa qualcuno può crearci dei problemi ma possiamo giocarcela con tutti. La gerarchia dei portieri? Non voglio entrare in queste questioni, deciderà il ct, siamo in buone mani".

Tra i giocatori che Roberto Mancini ha convocato per i recenti impegni di qualificazione ad Euro 2020 contro Armenia e Finlandia, c'è anche Alex Meret. Il giovane numero uno del Napoli, sul quale tutto l'ambiente partenopeo ripone una grande fiducia, ha fatto una buona impressione anche allo stesso Dino Zoff: "Meret ha grandi doti e dovrà mostrarle – ha concluso l'ex commissario tecnico azzurro – Quest'anno sarà importante per lui, mi aspetto grandi cose".