Cristiano Ronaldo è risultato negativo al tampone per il Covid e torna dunque a disposizione della Juventus di Andrea Pirlo. Lo fa dopo aver saltato tre partite (due di campionato e due di Champions League, tra cui quella contro il Barcellona) in tempo per poter affrontare la sfida contro lo Spezia in Serie A. Il campione portoghese, dopo il tampone positivo effettuato nel ritiro della nazionale portoghese, era tornato in Italia per affrontare il periodo di isolamento in attesa del rientro in campo. I suoi gol sono mancati alla Juventus, che durante la sua assenza ha vinto soltanto una delle quattro gare disputate.

CR7 era risultato positivo al Covid-19 durante la pausa delle nazionali, ma non ha mai accusato sintomi, e dopo aver giocato la gara contro la Francia è rimasto in isolamento nel centro federale di Lisbona saltando la partita di Nations League contro la Svezia prima del rientro a Torino. Non sono mancati momenti alquanto discutibili in merito alla positività del calciatore bianconero, con la sorella che ha parlato del virus come una truffa e lo stesso CR7 ha definito il PCR (la la tecnica di biologia molecolare alla base dei tamponi per rilevare il Covid) "una stron***a".

Il fuoriclasse lusitano potrà essere a disposizione in vista della gara di domenica alle 15.00 in casa dello Spezia al Dino Manuzzi di Cesena: la Juventus viene da due pareggi in campionato, contro Crotone e Verona, e i bianconeri devono tornare a correre per non perdere contatto con i piani alti della classifica. La notizia che tutti i tifosi della Juventus stavano aspettando è arrivata: dopo 19 giorni Cristiano Ronaldo torna disponibile.

Il comunicato della Juventus su Cristiano Ronaldo

Questa la nota stampa apparsa sul sito del club bianconero per confermare la negatività del portoghese al tampone per il Covid: "Cristiano Ronaldo ha effettuato il controllo con test diagnostico (tampone) per il Covid 19. L’esame ha dato esito negativo. Il giocatore dopo 19 giorni è pertanto guarito e non più sottoposto al regime di isolamento domiciliare".