Il nome di Philippe Coutinho continua ad agitare il mercato. Sbarcato in Spagna nel 2018, dopo un'operazione costata alle casse blaugrana la bellezza di 160 milioni di euro, il brasiliano ha preferito trasferirsi al Bayern Monaco nella scorsa estate grazie all'accordo trovato dai due club: un prestito oneroso con diritto di riscatto fissato a 120 milioni di euro. La trattativa per un eventuale riscatto dei tedeschi è così già cominciata con le prime schermaglie. Da un lato c'è infatti la volontà dei bavaresi di non confermare l'ex Inter, dall'altro la necessità di sbarazzarsi del giocatore anche grazie ad un forte sconto sul prezzo fissato in precedenza.

Il flop di Coutinho

Come riferito dal ‘Mundo Deportivo', il Barcellona sarebbe infatti disposto a venire incontro al Bayern Monaco abbassando il prezzo del cartellino di Coutinho fino ai 90 milioni di euro: una scelta azzardata quella dei catalani, che obbligherà il club (in caso di cessione) a scrivere a bilancio una pesante minusvalenza. A costringere la società spagnola ad abbassare il prezzo c'è infatti la deludente esperienza dell'attaccante anche nella Bundesliga: altro campionato, dopo la Liga, che ha visto Coutinho tra i giocatori maggiormente deludenti. In pratica da quando ha lasciato il Liverpool, il brasiliano non ha saputo mai fare la differenza.

Neymar lo chiama in Francia

"Al Liverpool giocava bene perché avevano costruito una squadra attorno a lui – ha tentato di spiegare l'ex Bayern Monaco, Dietmar Hamann, al portale t-online – Coutinho non ha fatto vedere nulla che giustificherebbe la spesa di 100 milioni di euro. Anche perché, in questo momento, non vale neppure metà del prezzo concordato". Parole al vetriolo che potrebbero anche scoraggiare le altre squadre interessate al ventisettenne di Rio de Janeiro. Tra queste, oltre alla Juventus, ci sarebbe anche il Paris Saint-Germain di Neymar: giocatore che avrebbe chiesto alla dirigenza del PSG di portare Coutinho in Francia.