La Serie A 2019/2020 sta vivendo una fantastica corsa per lo Scudetto tra tre squadre: Juventus, Inter e Lazio. I bianconeri, primi in solitaria fino alla 23ª giornata, sono stati raggiunti dai nerazzurri in seguito alla sconfitta contro il Verona e alla contemporanea vittoria della squadra di Conte nel derby contro il Milan. La Lazio, nel frattempo, si è portata ad un punto di distanza dal duo al comando superando il Parma in trasferta. Tre squadre racchiuse in un punto al vertice della classifica. Ad oggi è possibile immaginare uno scenario complicato, ma alla luce dei fatti non così campato in aria: cosa succederebbe in caso di arrivo a pari punti al primo posto tra Juventus, Inter e Lazio (o due tra loro?).

Cosa succede in caso di arrivo a pari punti in Serie A

Il regolamento della Serie A in caso di arrivo a pari punti si applica a qualsiasi posizione in classifica, dal primo all'ultimo posto. Sono quattro i criteri presi in considerazione per stabilire la posizione finale di due o più squadre in caso di arrivo a pari punti, con il sorteggio tenuto in considerazione come ultima spiaggia:

  1. punti fatti negli scontri diretti
  2. differenza reti negli scontri diretti
  3. differenza reti generale in campionato
  4. maggior numero di reti segnate in campionato
  5. sorteggio

Gli scontri diretti tra le due o le tre squadre coinvolte rappresentano senza dubbio lo snodo cruciale del campionato: saranno in ballo punti pesantissimi, perchè potenzialmente determinanti in caso di arrivo a pari punti. Attualmente la Juventus ha battuto l'Inter, l'Inter ha battuto la Lazio e la Lazio ha battuto la Juventus.

Bisognerà però attendere le gare di ritorno per poter tracciare un bilancio definitivo. Due di queste saranno in programma nel giro di due settimane: Lazio-Inter il 16 febbraio e Juventus-Inter il 1 marzo. Juventus-Lazio si giocherà invece a fine aprile, quando la situazione in vetta alla classifica sarà (forse) più chiara.