Dopo il rinvio della partita con l'Islanda, valevole per le qualificazioni al Campionato Europeo, l'Italia Under 21 è rientrata a Tirrenia, dove il commissario tecnico Paolo Nicolato dovrà preparare la prossima partita contro l'Irlanda. Per verificare lo stato di salute di tutto il gruppo, dopo la positività di Bastoni, Carnesecchi, Plizzari, Gabbia e un membro dello staff, giocatori e staff della Nazionale si sono sottoposti questa mattina ad un ennesimo tampone che, fortunatamente, ha dato esito negativo per tutti.

L'unico in attesa del risultato è un membro dello staff il cui esame è in fase di rielaborazione per un difetto di procedura. In attesa di un nuovo controllo, fissato per le prossime ore al Centro di Preparazione Olimpica, è intanto arrivata la comunicazione ufficiale del cambiamento d'orario del prossimo incontro con la selezione irlandese. La gara di martedì prossimo, allo stadio ‘Arena Garibaldi-Romeo Anconetani' di Pisa, si giocherà alle 17.00 e non alle 17.30 come precedentemente stabilito dal calendario Uefa.

La preoccupazione di Paolo Nicolato

La situazione che si è creata all'interno della rosa Under 21, ha ovviamente preoccupato il commissario tecnico azzurro: "Stiamo cercando di ridurre al minimo le problematiche, è evidente che queste situazioni legate al Coronavirus influiscano sul piano tecnico – ha spiegato Paolo Nicolato a Rai Due – Speriamo che vada tutto bene. È una situazione che impone delle riflessioni, che non spettano sicuramente a noi. I nostri disagi sono iniziati prima del ritiro, abbiamo dei giocatori che non sono stati convocati perché positivi. Dobbiamo abituarci, cercare di aiutare questi ragazzi cercando di stargli vicino. Tra virus e infortuni abbiamo ora la necessità di ampliare la rosa. Ringrazio per la disponibilità Bollini e i calciatori dell'Under 20".