Il calcio italiano sta vivendo un momento molto particolare e dopo la disposizione da parte del Governo e della FIGC di giocare il campionato di Serie A a porte chiuse fino al 3 aprile per l'emergenza Coronavirus, ora bisognerà capire come verrà risolta la situazione che riguarda la Coppa Italia. Le semifinali di ritorno che non si giocheranno questa settimana, JuveMilan era prevista per stasera e Napoli-Inter per domani, sono state rinviate e la data del recupero non è stata fissata. Secondo quanto riportato dal quotidiano Repubblica queste partite potrebbero essere recuperate nella prima finestra possibile di maggio e la finale si potrebbe disputare ad agosto dopo l’Europeo.

Il rebus della finale di Coppa Italia

Mentre sembra essersi risolto il caos che si era creato nei giorni scorsi in merito alle gare di Serie A rinviate e da recuperare ma nonostante ne restino fuori ancora diverse un barlume di luce si intravede. Non si può dire lo stesso per il "torneo della coccarda". La Lega Calcio la scorsa estate aveva effettuato il sorteggio del tabellone della manifestazione con le date della Coppa Italia e aveva deciso di che la finale si sarebbe disputata mercoledì 13 maggio 2020 alle ore 20.45 allo stadio Olimpico di Roma e sarebbe stato il tredicesimo anno consecutivo. Adesso l'ultimo atto del torneo rischia di non giocarsi nell'impianto capitolino perché dal 18 maggio lo stadio verrà preso in consegna dalla UEFA,  che lo pretende con tre settimane d’anticipo per poter mettere a posto tutto in vista dell’inizio di Euro 2020: la gara inaugurale degli Europei si disputerà a Roma il 12 giugno e vedrà l'Italia impegnata contro la Turchia. Si è parlato di una finale spostata a Milano, presso lo stadio Giuseppe Meazza, ma adesso non c'è più nulla di certo e capiremo meglio nelle prossime settimane.