Ci sono voluti due tempi supplementari per decidere il quarto di finale di Coppa Italia tra Milan e Torino. Al termine di una partita infinita e piena di colpi di scena, alla fine sono stati Ibrahimovic e compagni a sorridere e a raggiungere la semifinale. Dopo la rete iniziale di Bonaventura, arrivata nel momento migliore dei padroni di casa, c'è stato il ritorno dei granata con la doppietta di Bremer. Al 91esimo la rete di Calhanoglu ha dato il via ad un'altra partita: decisa nel secondo tempo supplementare dal secondo gol del turco e dal sigillo finale di Ibrahimovic. In semifinale la squadra di Pioli affronterà la Juventus prima il 12 febbraio a San Siro e poi il 4 marzo allo Stadium.

Il Milan spreca e viene raggiunto

Le vie per l'Europa non sono infinite e una di queste passa proprio dalla Coppa Italia. Lo sanno bene Milan e Torino, che a San Siro cercano infatti il pass per la semifinale contro la Juventus. Il Diavolo arriva alla sfida forte degli ultimi risultati (quattro vittorie consecutive tra campionato e coppa), i granata invece dalla tremenda batosta presa in casa con l'Atalanta. Gli effetti della pesante sconfitta con i bergamaschi sono ancora evidenti nella testa dei giocatori di Mazzarri, che partono contratti e intimiditi facendosi schiacciare da un avversario in palla.

Il Milan comanda le operazioni e passa al 12esimo: fuga sulla sinistra di Rebic e cross teso sul quale si avventa Bonaventura per il tap-in dell'1-0. Il gol regala slancio all'undici di Pioli che approfitta del Toro e sfiora il raddoppio dieci minuti più tardi con un sinistro velenoso di Castillejo che Sirigu manda in corner. Il Toro si vede poco in attacco, ma quando lo fa lascia il segno. Al 34esimo Verdi lancia in profondità Bremer: scatto del difensore brasiliano e conclusione sotto il corpo di Donnarumma.

Calhanoglu salva il Milan

Lo spartito del secondo tempo è decisamente diverso rispetto a quello messo in scena nei primi 45 minuti. Il Milan attacca ma lo fa con meno convinzione e davanti ad un avversario meglio schierato in campo. Il primo pericolo per i rossoneri arriva al 54esimo: Donnarumma va a vuoto ed è Kjaer a salvare sul tiro di Belotti. Dopo un'occasione per Romagnoli (colpo di testa di poco alto), è così la squadra di Mazzarri a pescare dal mazzo il jolly con il colpo di testa vincente di Bremer.

Con la sua squadra sotto di un gol e meno efficace rispetto al primo tempo, Pioli getta nella mischia Ibrahimovic e toglie un fischiatissimo Piatek. In campo anche Leao e Calhanoglu per Krunic e Bonaventura. L'ingresso dello svedese e una predisposizione più offensiva cambiano la partita: un match che i padroni di casa hanno il merito (e la fortuna) di riprendere grazie al 2-2 di Calhanoglu al 91esimo. Prima dei supplementari è invece Ibrahimovic a divorarsi il 3-2 e ad impegnare successivamente Sirigu con un destro violentissimo.

Ibrahimovic non perdona

È proprio del turco la prima grande chance di un extra time divertente e pieno di emozioni. Con le due squadre molto lunghe, difensori e portieri diventano infatti protagonisti con parate decisive e chiusure provvidenziali. Nel secondo tempo supplementare, il Torino alza bandiera bianca e il match torna nelle mani del Milan che trova le reti decisive di Calhanoglu e Ibrahimovic: due gol che fanno saltare San Siro e regalano a Stefano Pioli la vittoria e la doppia semifinale contro la Juventus.

Il tabellino di Milan-Torino

MILAN (4-4-2): G. Donnarumma; Conti, Kjaer, Romagnoli, Hernandez; Castillejo, Krunic (38′ st Calhanoglu), Bennacer, Bonaventura (32′ st Leao); Piatek (20′ st Ibrahimovic), Rebic (1′ sts Kessiè). A disposizione: Begovic, A. Donnarumma, Calabria, Paquetà, Suso. Allenatore: Pioli

TORINO (3-4-2-1): Sirigu; Izzo, NKoulou, Bremer (38′ st Djidji); De Silvestri (8′ sts Laxalt), Rincòn (8′ sts Lyanco), Lukic, Aina; Verdi, Berenguer (45′ st Millico); Belotti. A disposizione: Ujkani, Rosati, Singo, Adopo. Allenatore: Mazzarri

ARBITRO: Pasqua di Tivoli

MARCATORI: 12′ pt Bonaventura (M), 34′ pt, 26′ st Bremer (T), 46′ st, 1′ sts Calhanoglu (M), 3′ sts Ibrahimovic (M)

NOTE: Ammoniti: Hernandez, Rebic, Conti, Kjaer, Ibrahimovic (M); Rincòn, Izzo (T). Recupero: 0′ e 5′. Recupero tempi supplementari: 1′ e 1′.