Conte espulso e furioso: "Sei sempre tu Maresca… eh. Sei sempre tu, Maresca. Anche al Var, sei sempre tu. Bravo Maresca". È la frase urlata dal tecnico dell'Inter contro il direttore di gara nei minuti di recupero e che gli costa il cartellino rosso. Perché il tecnico nerazzurro s'è innervosito e rivolto in questo modo al direttore di gara? Sono due gli episodi che lo hanno visto protagonista di ulteriori proteste ma c'è anche un precedente che risale a un'altra partita di questo campionato. Ecco cosa è successo.

Le decisioni di Maresca che hanno fatto infuriare Conte

C'è un momento in particolare che fa scattare le prime proteste da parte dell'Inter. Arslan, già gravato da ammonizione, commette un fallo da dietro su Lukaku. L'intervento del calciatore dell'Udinese è un chiaro fallo tattico e rischia la seconda sanzione con tanto di espulsione. L'arbitro Maresca, però, lo grazia e non estrae il secondo cartellino giallo. Dalla panchina dei friulani il tecnico, Gotti, decide di effettuare una sostituzione già nel primo tempo: dentro Wallace e fuori Arslan, sorpreso da quella decisione.

Altro momento topico dell'incontro: la rete annullata all'Inter realizzata da Lautaro Martinez. L’attaccante argentino parte sul filo del fuorigioco e trafigge Musso su lancio calibrato di Brozovic. Il calciatore esulta ma la sua gioia verrà smorzata poco dopo dall'intervento dell'assistente di linea: l'ufficiale di gara è certo della posizione irregolare del "Toro" e alza la bandierina. Maresca annulla il gol, il Var conferma la decisione. Ecco perché Conte sbotta in quel modo a fine match.

Il precedente di Maresca nella gara Inter-Parma

L'arbitro Maresca venne fermato dal designatore, Rizzoli, a novembre scorso in occasione della gara Inter-Parma. Una ‘punizione' motivata dal mancato rigore non concesso a Perisic. Allora era l'ufficiale di gara al Var mentre a dirigere l'incontro c'era Pairetto. Cosa accadde? Una svista clamorosa che si verificò nella ripresa (67°), quando Balogh atterrò l'esterno croato dopo averlo trattenuto. Pairetto indicò che si poteva continuare a giocare mentre dal Var (Maresca) non ci fu alcuna segnalazione.