Ciro Immobile è stato l'assoluto protagonista di Verona-Lazio 1-5. Il bomber della squadra di Simone Inzaghi ha realizzato una bella tripletta (due reti su rigore, e un'altra con un pregevole tiro ad effetto) che gli ha permesso di allungare nella classifica marcatori su Cristiano Ronaldo distante ora proprio quattro gol. Cosa più importante però, Immobile ha raggiunto Robert Lewandowski in cima alla classifica della Scarpa d'Oro e ha ancora due partite per conquistare lo scettro di migliore centravanti d'Europa in termini di gol.

Ciro Immobile a quota 34 gol in Serie A, staccato Cristiano Ronaldo nella classifica marcatori

Grazie ai tre gol segnati in Verona-Lazio  1-5 Ciro Immobile ha impreziosito ulteriormente il suo già eccezionale bottino di gol. Due rigori e ed una splendida conclusione a giro insaccatasi sotto la traversa per l'attaccante capitolino che con questa tripletta ha raggiunto quota 34 gol in Serie A. Staccato dunque ulteriormente Cristiano Ronaldo, che ora ha 4 gol da recuperare per salire in vetta alla classifica marcatori della Serie A. Un rendimento superlativo quello di Immobile che ora avrà due partite a disposizione, contro Brescia e Napoli, per raggiungere e magari superare il record storico di Gonzalo Higuain che con la maglia azzurra ha segnato 36 gol in una sola stagione.

Immobile miglior marcatore italiano in una singola stagione di Serie A. Nel frattempo Immobile si è tolto una bella soddisfazione quella di essere il terzo giocatore in termini di marcature nel massimo campionato dopo Nordahl (35 nel 1949/50) e appunto il Pipita (36 nel 2015/16). È diventato dunque il miglior goleador italiano in una singola stagione, superando Toni fermatosi a quota 31.

Immobile raggiunge Lewandowski in vetta alla classifica della Scarpa d'Oro

Occhi puntati anche sulla classifica della Scarpa d’Oro, che premia i migliori bomber stagionali d’Europa. Ciro Immobile grazie alla tripletta in Verona-Lazio si è tolto la soddisfazione di raggiungere in vetta Robert Lewandowski che con il suo Bayern Monaco si è fermato a quota 34 e dunque non potrà più impreziosire il suo score al contrario della punta capitolina che sfrutterà le sfide contro Brescia e Napoli anche per togliersi questa soddisfazione (Cristiano Ronaldo permettendo).