Non sta vivendo un buon momento il Brescia e la situazione sembra più complicata che mai dopo le ultime due sconfitte consecutive (quattro nelle ultime cinque partite). L'allenamento di oggi, il primo della settimana, dopo la sconfitta di Bologna è durato solo 45 minuti a Torbole Casaglia e dopo i calciatori biancazzurri sono rientrati negli spogliatoi. Eugenio Corini, che appare sempre più vicino all’esonero, è rimasto in campo, ma senza dare indicazioni visto che il lavoro, più che altro atletico e disturbato da un forte vento, è stato diretto dal preparatore Sciuto e dal secondo del tecnico delle Rondinelle, Salvatore Lanna. Proprio il forte vento avrebbe costretto l'allenatore ad interrompere la sessione e a mandare tutti negli spogliatoi.

Alle 14.45 Corini ha deciso che la sessione sul campo era terminata e se qualcuno ha fatto un po’ di palestra, altri sono andati sotto la doccia. Durante il breve allenamento problemi per Balotelli e Cistana, che hanno chiuso in anticipo la sessione rispetto agli altri. Alle ore 15.10 i primi giocatori del Brescia hanno lasciato il Centro Sportivo.

Cellino può esonerare Corini di nuovo: Lopez, Bisoli e Zenga in lizza

Il Brescia potrebbe vedere un altro cambio in panchina nelle prossime ore: secondo quanto riporta il Giornale di Brescia Massimo Cellino, nonostante la conferma di domenica, avrebbe deciso di esonerare Eugenio Corini dopo il ritorno di dicembre. Nella notte è arrivata la decisione del numero uno delle Rondinelle e l'idea é quella di non aspettare altro tempo: la primissima scelta é Diego Lopez, ma il presidente da ieri sera stava vagliando anche altre candidature come quelle di Pierpaolo Bisoli o di Walter Zenga.

Lopez era in tribuna proprio a Bologna per assistere al match contro i felsinei e si tratta di un chiaro indizio di come qualcosa stia davvero bollendo in pentola a Brescia. La vicinanza dell'ex bandiera del Cagliari nei confronti di Cellino, suo presidente sia da giocatore che da allenatore, fa il resto e l'andamento del Brescia potrebbe portare ad un nuovo addio per Corini.