La vigilia di Spezia-Benevento, sfida cruciale per entrambe le squadre nella lotta salvezza, è stata molto movimentata. Il tecnico dei liguri Italiano deve fare i conti con la positività del portiere Provedel, che è stato un grande protagonista in questa prima parte di stagione. Mentre quello dei giallorossi Pippo Inzaghi ha deciso di non convocare a causa di motivi disciplinari il centrocampista Schiattarella e Roberto Insigne.

Il Benevento ha disputato uno splendido girone d'andata, ma in quel di ritorno, al netto di qualche ottimo risultato (come lo 0-0 con la Roma), ha avuto un netto calo. Nel turno infrasettimanale i campani hanno perso 3-0 in casa con il Verona, e considerato il recupero di Torino e Cagliari in classifica la tensione nel gruppo di Inzaghi è aumentata. E nell'ultimo allenamento, secondo quanto scritto da ‘Il Mattino', dopo un duro contrasto di gioco è nato un alterco tra Schiattarella e Roberto Insigne. I compagni di squadra e il tecnico hanno faticato a placarli. I due sono stati rispediti negli spogliatoi rapidamente e poi sono stati esclusi dai convocati per l'incontro con lo Spezia. La decisione di Inzaghi è stata avallata dal direttore sportivo Pasquale Foggia e dal presidente Vigorito, che hanno sostenuto il tecnico alla vigilia di un incontro determinante.

Spezia-Benevento si disputerà alle ore 15, ed è la prima partita di questa 26a giornata di Serie A. Sono due realtà le compagini di Italiano e Inzaghi, due neopromosse (rispettivamente alla prima e alla seconda esperienza in A), che cercano di salvarsi. Lo Spezia ha ottenuto qualche scalpo importante in più, ma bianconeri e giallorossi hanno gli stessi punti e hanno bisogno di muovere la classifica. La gara d'andata finì 3-0 per lo Spezia, grande protagonista Pobega, fuori per infortunio.