Sofyan Amrabat sarà un calciatore del Napoli. Il nazionale marocchino con passaporto olandese dell'Hellas Verona vestirà la maglia azzurra dalla prossima stagione per 16 milioni di euro e sembra che l'accordo tra le due società sia arrivato a metà tra la richiesta di 20 degli scaligeri e l'offerta di 14 dei partenopei. Cristiano Giuntoli, ds del Napoli, e il direttore sportivo del Verona, Tony D’Amico, nelle ultime ore hanno lavorato sul centrocampista marocchino gialloblù e così la trattativa è stata definita. Battuta la concorrenza dell'Inter, che si era mossa con forza sul calciatore classe 1996.

In questo momento il calciatore marocchino è in prestito al club scaligero dal Bruges con un diritto di riscatto fissato a 3,5 milioni di euro e questa operazione consentirà alla società del presidente Maurizio Setti di effettuare una plusvalenza importantissima e avere liquidità per il mercato del prossimo anno. Amrabat non potrà unirsi al gruppo azzurro già a gennaio e sarebbe stato perfetto per il 4-3-3 che ha in mente Gennaro Gattuso per il suo Napoli.

Perchè Amrabat non può giocare nel Napoli da gennaio

Il calciatore non potrà vestire da subito la casacca napoletana perché sarebbe il suo secondo trasferimento durante la stagione in corso e, per questo motivo, arriverà all'ombra del Vesuvio solo il prossimo anno: dopo aver giocato per il Bruges, 81 minuti contro l'Ostenda nella Jupiter Pro League, Amrabat è diventato un punto fermo dello scacchiere di Ivan Juric a Verona e per quest'anno non può più spostarsi. Quella presenza nel campionato belga gli impedisce un ulteriore spostamento e così arriverà alla corte di Napoli solo il prossimo anno. Il calciatore marocchino guadagna 300.000 euro a stagione ma il suo ingaggio verrà quadruplicato in azzurro. A rivelare la chiusura della trattativa e i dettagli è SportMediaset.