981 CONDIVISIONI
La morte di Kobe Bryant, star NBA, e di sua figlia
9 Febbraio 2020
9:21

LeBron James schiaccia come Kobe Bryant: “Fratello mio, questa è per te”

Nella partita contro Golden State Warrios LeBron James ha replicato l’azione e la schiacciata di Kobe Bryant. Un momento da brividi, condiviso sui social dai Lakers e dello stesso giocatore con un bel messaggio su Instagram: “Una leggenda non muore mai. Fratello mio, questa è per te”. C’è attesa per il 24 febbraio, giorno dei funerali di Black Mamba, della figlia Gianna Maria e delle altre 7 vittime.
A cura di Maurizio De Santis
981 CONDIVISIONI
 
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
La morte di Kobe Bryant, star NBA, e di sua figlia

"Fratello mio, questa è per te". LeBron James come Kobe Bryant. Stessa movenza, stesso passo felpato, stessa falcata che prepara un salto verso la storia. Identici lo stacco e la piroetta, il corpo s'avvita nell'aria e le mani schiacciano a canestro il pallone. È un'azione da brividi, è solo l'inizio della promessa fatta dal campione attuale al "Black Mamba" che se n'è andato troppo presto, morto in quel "maledetto" incidente in elicottero assieme alla figlia, Gianna Maria, e ad altre sette persone. "Una leggenda non muore mai", scrive l'attuale stella dei Lakers su Instagram a corredo del video che la NBA e la franchigia di Los Angeles hanno condiviso sui social.

L'omaggio di King James a Black Mamba

È così che il "prescelto" ha voluto replicare l'azione del suo idolo che poche settimane fa, prima di morire, s'era complimentato con lui per averlo superato nella speciale classifica dei migliori realizzatori di sempre della NBA. Sono trascorsi quasi 20 anni da quella prodezza ma LeBron aziona la sequenza videoclip e porta tutti, dal pubblico nel palazzetto fino agli appassionati da casa, indietro nel tempo. Oggi come allora, "King James" è di parola: ha raccolto l'eredità di Kobe Bryant e nel match contro Golden State Warriors ha voluto rendergli omaggio alla sua maniera, come sarebbe piaciuta all'amico deceduto perché la sorte non guarda in faccia a nessuno, non distingue se sei un campione o una "persona normale".

Il 24 febbraio i funerali di Kobe Bryant

Gli Stati Uniti si preparano all'ultimo saluto a Kobe Bryant, alla figlia Gianna Maria e alle altre sette vittime della tragedia avvenuta a Calabasas. I funerali si svolgeranno allo Staples Center il 24 febbraio (24/2 proprio come i numeri di maglia di Kobe e e della piccola). Un memoriale pubblico che si annuncia un evento, fortemente voluto dal sindaco Eric Garcetti, atteso dai tifosi dei Los Angeles Lakers e di chi non piò dimenticare una leggenda del basket.

Salute my brother!! 🙏🏾❤️. 👑x🐍. #Mamba4Life #LegendsNeverDie

A post shared by LeBron James (@kingjames) on

981 CONDIVISIONI
Due anni dopo la morte di Kobe Bryant è rimasta una sola domanda ancora senza risposta
Due anni dopo la morte di Kobe Bryant è rimasta una sola domanda ancora senza risposta
Vanessa Bryant, sì all'accordo per chiudere la causa sull'incidente in cui morirono Kobe e Gianna
Vanessa Bryant, sì all'accordo per chiudere la causa sull'incidente in cui morirono Kobe e Gianna
Kobe Bryant morto per un errore del pilota: le cause dell'incidente confermate dalla perizia
Kobe Bryant morto per un errore del pilota: le cause dell'incidente confermate dalla perizia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni