21 Luglio 2021
10:25

Kobe Bryant aveva dato una missione a Giannis: 757 giorni dopo l’ha completata

Giannis Antetokounmpo ha completato la sfida di Kobe Bryant vincendo l’NBA con i Milwaukee Bucks in gara-6 contro i Phoenix Suns. Due anni fa Black Mamba, dopo la conquista del primo titolo di MVP da parte del greco, aveva alzato l’asticella per il numero 34 e ponendo come nuovo obiettivo il titolo NBA: due stagioni dopo la sua previsione si è avverata.
A cura di Vito Lamorte

Da sconosciuto a campione NBA. La storia di Giannis Antetokounmpo. Spesso si utilizzano artifici retorici per raccontare le storie, in altri casi si enfatizzano particolari, ma non è questo il caso. Il fortissimo cestita greco ha fatto un percorso straordinario ed è riuscito a sedersi sul trono della lega di basket più importante del mondo. Non c'è niente di più poetico. Giannis ha sempre cercato di alzare l'asticella della sua competitività e ha provato a misurarsi fin da subito con i più grandi: a ricordarlo negli ultimi minuti di gara-6 sulla ABC è stato Mark Jackson, che è andato a ripescare un tweet di Kobe Bryant datato 25 giugno 2019, il giorno in cui il greco conquistò il primo titolo da MVP della sua carriera mantenendo così la promessa fatta a Black Mamba poco tempo prima.

Mettiamo in fila gli eventi. Kobe Bryant dopo il suo ritiro nell'aprile 2016, lanciava delle challenge ai giovani talenti della NBA e nell’agosto 2017 Antetokounmpo, non coinvolto come altri suoi colleghi sui social dall'ex Lakers, twittò chiedendo a Kobe "Sto ancora aspettando la mia sfida". La risposta del compianto fuoriclasse di Filadelfia è stata di sole tre lettere: MVP.

Dopo il primo riconoscimento nei confronti di Giannis fu lo stesso Kobe Bryant a riprendere quel tweet e a fissare il nuovo traguardo: “Il mio ragazzo… MVP. Immenso. Il prossimo obiettivo: il titolo NBA”. Due anni dopo, con il trionfo di questa notte dei Bucks sui Suns, con una prestazione da 50 punti alle Finals, il n°34 ha mantenuto la promessa nei confronti della leggenda dei Lakers scomparsa nel gennaio 2020. A ricordare questo percorso ci ha pensato anche Pau Gasol, compagno fraterno di Kobe, che ha scritto poco fa su Twitter: "Ce l'ha fatta fratello". Scrivere la storia e attraversarla nel modo giusto.

Clamorosa eliminazione della Slovenia agli Europei di basket! Crollo contro la Polonia
Clamorosa eliminazione della Slovenia agli Europei di basket! Crollo contro la Polonia
Gabriela Soukalova dispersa per una notte a 2400 metri: ritrovata viva il giorno dopo
Gabriela Soukalova dispersa per una notte a 2400 metri: ritrovata viva il giorno dopo
Debutta in Champions a 17 anni pochi giorni dopo una sospensione a scuola: lanciava castagne in aula
Debutta in Champions a 17 anni pochi giorni dopo una sospensione a scuola: lanciava castagne in aula
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni