Ad una settimana dal rinvio, a causa del Coronavirus, le Olimpiadi di Tokyo 2020 hanno già una nuova data. La 32esima edizione dei Giochi Olimpici avrà inizio il 23 luglio 2021 e terminerà l'8 agosto, ad un anno preciso di distanza rispetto alle date originarie (24 luglio-9 agosto di quest'anno). L'accordo è stato trovato questa mattina nel corso di una riunione tra il CIO, il comitato organizzatore dell'evento e il governo giapponese. Il nome dell'edizione non cambierà e resterà Tokyo 2020. Una decisione legata a ragioni di brand e commerciali, con buona parte del merchandising ufficiale della manifestazione già prodotto con la dicitura originale.

Tutte le parti in causa si sono trovate d'accordo con le nuove date. L'incertezza determinata su scala globale dall'emergenza sanitaria, che rende complicato delineare il calendario delle attività a breve termine, ha indotto il CIO e il comitato organizzatore a rinviare Tokyo 2020 alla prossima estate prendendosi tutto il tempo necessario per fronteggiare eventuali nuovi imprevisti nella marcia di avvicinamento ai Giochi Olimpici e completare tutte le gare di qualificazione previste dal calendario. Tutti gli atleti che avevano già conquistato il pass olimpico nel corso degli ultimi mesi conserveranno naturalmente l'accesso alle Olimpiadi.

Tra le varie opzioni considerate dal comitato organizzatore per lo spostamento dei Giochi Olimpici erano state prese in esame anche date diverse rispetto a quelle canoniche, inclusa la possibilità di far svolgere le Olimpiadi in primavera. Alla fine si è preferito restare su date pressoché identiche rispetto a quelle che erano state scelte sin dalla candidatura di Tokyo, con appena un giorno di scarto. Le Paralimpiadi seguiranno lo stesso schema: inizieranno il 24 agosto 2021 e si concluderanno il 5 settembre.