15 Luglio 2022
14:09

Enzo Iacchetti: “Non presento più le mie canzoni a Sanremo, ho passato notti insonni”

Enzo Iacchetti è tornato a parlare del sogno di partecipare al Festival di Sanremo, coltivato per anni. L’artista ha confidato di aver smesso di presentare i suoi brani: “Pur portando delle belle canzoni, non mi hanno mai preso”.
A cura di Daniela Seclì

Enzo Iacchetti, in un'intervista rilasciata a SuperGuida Tv, è tornato a parlare del sogno di partecipare al Festival di Sanremo, accarezzato per anni. Già in passato, l'attore aveva tuonato contro la kermesse canora, che aveva scartato i suoi brani. Ora però ha confidato di avere accantonato l'idea di salire sul palco dell'Ariston.

Enzo Iacchetti ha smesso di presentare i suoi brani a Sanremo

Nel corso dell'intervista rilasciata a SuperGuida Tv, è stato chiesto a Enzo Iacchetti se stia coltivando ancora il sogno di partecipare al Festival di Sanremo. L'artista ha replicato che da due anni non presenta più i suoi brani:

“Ormai non più. Ci ho passato notti insonni perché scrivevo delle belle canzoni e mi sembravano sempre tutte adeguate a quel tipo di Festival. Da due anni ho smesso di presentarle perché ormai uno della mia età deve adeguarsi a fare dei ruoli adeguati alla sua età. Se fossi un cantante come Orietta Berti, andrei avanti 150 anni a fare Sanremo. Pur portando delle belle canzoni, non mi hanno mai preso. Non è che andavo a Sanremo per fare lo ‘scemotto’. Io sarei andato a Sanremo a fare il cantante vero e mi permetto di dire che canto anche bene perché ho studiato musica fin da bambino e ho studiato canto.”

La canzone sui migranti scritta da Guccini fu scartata

Nel 2019, Enzo Iacchetti – ospite del programma Vieni da me – espresse la sua delusione per essere stato scartato al Festival di Sanremo, nonostante il brano intenso e significativo che aveva presentato. Spiegò che la canzone parlava del dramma dei migranti. L'autore era il grande Francesco Guccini: "La vergogna non è che sia stata scartata una canzone mia, ma una canzone scritta da Guccini sui migranti. Ci sarebbe da vergognarsi. Era una canzone sui migranti prima che scattasse l'emergenza". Con il passare del tempo, sembra che Enzo Iacchetti abbia accantonato quel sogno.

L'appello di Mal:
L'appello di Mal: "Mando le mie canzoni a Sanremo, ma non mi chiamano mai"
Fai rumore di Diodato, il testo e il significato della canzone vincitrice di Sanremo 2020
Fai rumore di Diodato, il testo e il significato della canzone vincitrice di Sanremo 2020
Enzo Iacchetti:
Enzo Iacchetti: "Coi social ho chiuso, mi minacciavano di venirmi a cercare, di uccidere mio figlio"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni