video suggerito
video suggerito

Edelfa Chiara Masciotta, da Miss Italia 2005 all’incidente: “Ho subito 5 operazioni, ero senza naso”

Edelfa Chiara Masciotta ricorda le dinamiche di quel brutale incidente del 2019: “Stavo attraversando sulle strisce pedonali e una macchina mi ha presa in pieno. Ho dovuto affrontare cinque operazioni, mi sono ritrovata senza naso ma la bellezza non può essere solo il corpo”.
1.965 CONDIVISIONI
Immagine

Edelfa Chiara Masciotta è stata Miss Italia 2005 e ha avuto molto vite fino ad oggi. Ballerina e poi miss, poi attrice, interior design. La professione per la vita che l'ha portata anche a progetti interessanti nel mondo dell'ottica. Poi l'incidente bruttissimo nel 2019: "Stavo attraversando sulle strisce pedonali in corso Matteotti. Una macchina mi ha presa in pieno. […] Ho dovuto affrontare cinque operazioni, mi sono ritrovata senza naso". 

La rivelazione di Edelfa Chiara Masciotta

Nel corso dell'intervista rilasciata al Corriere Torino, Edelfa Chiara Masciotta racconta le dinamiche di quel brutale incidente:

Era novembre, una serata piovosa. Ero uscita da poco dallo Ied e stavo attraversando sulle strisce pedonali in corso Matteotti. Una macchina mi ha presa in pieno. È stato molto traumatico e ne porto i segni ancora oggi. […] Devo tanto a due medici, li definisco i miei angeli custodi, l’otorinolaringoiatra Libero Tubino e il chirurgo plastico Andrea Margara. Ho dovuto affrontare cinque operazioni, mi sono ritrovata senza naso. Piena di cicatrici in faccia che continuavano a produrre delle cisti. Ma non voglio lamentarmi, sono qui e ne sto parlando. Sto anche diventando sorda da un orecchio, come conseguenza sempre dell’impatto. Ma non me la sento al momento di fare un’altra operazione.

"La bellezza non può essere solo il corpo"

Una donna simbolo che ha trovato e sfruttato pienamente tutte le occasioni di rinascita che la vita le ha donato. Per questo motivo, con molta semplicità, confessa nell'intervista di essere arrivata a capire che ‘la bellezza non può essere solo il corpo'.

La bellezza non può essere solo il corpo. Bellezza è incontrare persone belle, leggere libri interessanti, affezionarsi…ovviamente la bellezza estetica ha il suo valore e non posso negare di avere avuto dei momenti di défaillance. Non ero pronta a dover convivere con quei segni in volto tutta la vita. I medici sono stati bravi. Anche se tanti ci sono ancora. Allora si ricorre a qualche astuzia, una frangia più lunga, un ciuffo….

Torino, la città della sua vita: "Io ho il mal di Torino. Anche quando viaggio e vado in posti bellissimi, c’è sempre un momento che ho voglia di tornare. Spesso non sopporto neppure io questa sabaudità rigida, ma non cambierei per nulla al mondo i miei Giardini Reali".

1.965 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views