364 CONDIVISIONI
Mostra del cinema di Venezia 2022
7 Settembre 2022
11:04

Drusilla Foer personaggio rivelazione dell’anno: “Sanremo come unica conduttrice non lo farei”

Minimizza, con la sua tipica eleganza da donna fiorentina, ma per una volta accetta di prendersi i meriti di un anno brillante in tv: “Non sempre mi dico che sono brava e invece in questo programma mi sono fatta i complimenti da sola”.
A cura di Giulia Turco
364 CONDIVISIONI
Drusilla Foer alla Mostra del Cinema di Venezia (Foto Getty)
Drusilla Foer alla Mostra del Cinema di Venezia (Foto Getty)
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Mostra del cinema di Venezia 2022

Drusilla Foer è stata premiata come personaggio rivelazione dell’anno in tv sul red carpet di Venezia 79. La scia lasciata dalla sua presenza sul palco di Sanremo è ancora un’immagine vivida e i suoi fan chiedono a gran voce un bis per il prossimo festival, magari come conduttrice unica all’Ariston. Lei minimizza con la sua tipica eleganza da donna fiorentina, ma per una volta accetta di prendersi i meriti di un anno brillante, che l'ha portata nelle case di milioni di italiani.

L'almanacco del giorno dopo

Ha fatto il pieno nel corso del suo tour estivo, portando la sua signora “Eleganzissima” in giro per l’Italia e la Rai le ha aperto le porte dando spazio al suo Almanacco del giorno dopo, che potrebbe tornare in onda dal prossimo dicembre con un nuovo ciclo di appuntamenti. “Sono molto soddisfatta”, spiega ai microfoni di Super Guida Tv alla Mostra del Cinema di Venezia. “Non sempre mi dico che sono brava e invece in questo programma mi sono fatta i complimenti da sola. Era difficile perché da 6 minuti siamo passati a 35 minuti. Sono fortunata perché la rete mi ha fato una totale libertà. Spero di rifarlo, ora vediamo”.

Drusilla Foer alla Mostra del Cinema di Venezia (Foto Getty)
Drusilla Foer alla Mostra del Cinema di Venezia (Foto Getty)

Il mistero sul bis a Sanremo 2023

Sull’esperienza all’Ariston Drusilla continua a mostrarsi vaga. Non ha mai chiuso le porte alla possibilità di replicare l’esperienza con il direttore artistico Amadeus, ma non ha mai nemmeno apertamente confermato che tornerà. Nel frattempo bolla quella del festival come “una fatica. Se mi chiedono di rifarlo lo faccio, ma quando si è fatta una cosa così piacevole non so se abbia senso rifarla un’altra volta”, spiega a margine dell’evento cinematografico. “Amadeus è un professionista con cui ho lavorato molto bene, una persona molto competente. Mi ha fatto bene lavorare accanto a lui. Unica conduttrice però, direi che non serve”.

364 CONDIVISIONI
78 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni